”Jovanotti a Ladispoli, ridicolizzata la posizione contraria all’evento”

 

”Jovanotti a Ladispoli, ridicolizzata

la posizione contraria all’evento”

L’esponente del Movimento 5 Stelle Antonio Pizzuti Piccoli commenta l’annullamento del Jova Beach Party: “Non si è trattato di quattro sprovveduti ambientalisti, ma di voci autorevoli della conservazione della natura a livello internazionale”

 

“Un concerto di Jovanotti avrebbe fatto bene alla nostra Ladispoli, ma non nella palude, area così fragile e delicata”. A commentare l’annullamento del concerto in città, o meglio sulla spiaggia di Torre Flavia, con una riflessione personale (e politica) a difesa degli ambientalisti e della natura è l’esponente del Movimento 5 Stelle Antonio Pizzuti Piccoli. “Mi spiace rilevare che ci sia stata tanta superficialità e impreparazione nel proporre il sito per il concerto da parte della nostra amministrazione, senza preventivamente informarsi delle procedure e ignorando completamente le caratteristiche ambientali del sito. Al tempo stesso mi spiace anche che si sia ridicolizzata, da parte dell’amministrazione, la posizione contraria all’evento; non si è trattato di quattro sprovveduti ambientalisti, ma di voci autorevoli della conservazione della natura a livello internazionale, che da anni lavorano sul nostro territorio. La Palude, noi ladispolani, la portiamo nel cuore. Ricordo le alzatacce alle 4 di mattina quando – ha proseguito Pizzuti Piccoli – alla fine degli anni ’80, andavamo ad impedire attività di bracconaggio in quella che ancora non era stata dichiarata monumento naturale; ricordo le mie prime osservazioni di specie rare ed importanti insieme a esperti ornitologi, alcuni dei quali purtroppo scomparsi, ma che porto sempre nel cuore nel ricordo di quei bei momenti passati insieme. In questi anni intorno a Torre Flavia è cresciuta una comunità di belle persone, primi fra tutti i bambini, che ogni giorno si adoperano per salvare questo simbolo di Ladispoli. Il concerto non si svolgerà, ma questo non toglie che se non si comprende a fondo l’importanza di quello che è il nostro territorio ,sarà sempre più facile vederlo divorato dall’abusivismo e dal cemento”.