Chiusa agenzia di viaggi abusiva, aveva clonato card e acquistato centinaia di biglietti per l’ingresso ai Musei Vaticani

La Polizia di Stato chiude agenzia di viaggi abusiva e sequestra 1.800 biglietti per i musei vaticani, acquistati con carte di credito clonate. Denunciato un cittadino extracomunitario per ricettazione e riciclaggio. Ieri mattina gli agenti del Commissariato Borgo hanno dato esecuzione al provvedimento, ex art. 100 TULPS, con il quale il Questore di Roma ha ordinato l’immediata cessazione dell’attività abusiva di agenzia di viaggi e turismo svolta da un 48enne extracomunitario. Lo straniero, per ben due volte è stato sanzionato per esercizio abusivo di agenzia di viaggi e turismo, ricevendo contestazioni amministrative per un importo totale di euro 6.666,00. Nel corso dell’ultima ispezione, effettuata all’interno dell’agenzia, il personale operante ha rinvenuto e sequestrato migliaia di biglietti di ingresso per i Musei Vaticani, per un controvalore di 37.000,00 di euro, acquisiti mediante fraudolento utilizzo di carte di credito clonate. Lo straniero è stato denunciato alla Autorità Giudiziaria per i reati di ricettazione e riciclaggio. L’operazione si inquadra in un più ampio contesto di verifiche e controlli che gli investigatori del Commissariato, diretto da Moreno Fernandez, hanno posto in essere da tempo, al fine di prevenire e contrastare il fenomeno dell’abusivismo turistico e commerciale nelle zone adiacenti allo Stato Vaticano.