“Quereleremo Orsomando e De Angelis”

Il sindaco tuona: “Indegne bugie che diffamano l’intero Ente”Pascucci affonda elencando “Cinque falsità della coppia di strumentalizzatori seriali sul caso dei lavoratori ASV”.

di Alberto Sava

Prima di dare spazio alla replica del sindaco Alessio Pascucci ai consiglieri Salvatore Orsomando ed Aldo De Angelis, la notizia più importante: nella serata di venerdì gli esponenti civitavecchiesi e capitolini della Cgil Roma e Lazio hanno annunciato che i tre lavoratori licenziati sono stati reintegrati. Ed ora la nota del sindaco Pascucci preceduta da una doverosa introduzione.

La misura è colma! Il primo cittadino, da molto tempo nel mirino degli attacchi ‘a tenaglia’ dei due consiglieri di centrodestra, non ci sta ad incassare in silenzio l’ultimo di una lunga ed ininterrotta sfilza di attacchi all’amministrazione comunale. In questo caso è veramente difficile dare torto al primo cittadino che sta reagendo, come già detto, all’ennesimo affondo di Orsomando e De Angelis, i quali da lungo tempo hanno proceduto come ‘panzer’ nelle forme di opposizione fuori dal Consiglio, anche perché i lacci e lacciuoli, alcuni di ‘nuovo conio’, all’interno del Consesso sembrano aver ridotto l’opposizione a poco più di una ‘innocua testimonianza’. Nella nota che segue il sindaco Pascucci scrive: “Riteniamo opportuno fare chiarezza sugli ormai quotidiani sproloqui a mezzo stampa dei Consiglieri Salvatore Orsomando e Aldo De Angelis, la “coppia di strumentalizzatori” che non perde mai occasione per diffamare con ripetute menzogne l’azione dell’amministrazione. Questa volta hanno tentato di strumentalizzare in maniera bieca la vicenda legata a tre dipendenti dell’azienda di igiene urbana ASV. I tre dipendenti lavoravano con un contratto a tempo determinato in scadenza il giorno 28 febbraio e i cui contratti erano stati oggetto di discussione nel tavolo avviato dall’Amministrazione con i Sindacati e l’Azienda che ha l’obiettivo di stabilizzare tutti i lavoratori coinvolti nell’appalto dell’ATI Camassambiente spa –ASV. La società Asv nel corso del tavolo aveva fornito rassicurazioni sul fatto che i tre dipendenti avrebbero continuato a lavorare, vedendosi rinnovato il contratto. Per motivi di natura amministrativa il rinnovo era stato bloccato ma grazie all’interessamento dell’Amministrazione, in particolare dell’assessore all’Ambiente Elena Gubetti, la criticità è stata superata e i tre lavoratori riprenderanno a lavorare già nella giornata di oggi (ieri, ndr). Tutto ciò spiega quanto siano mendaci le affermazioni della “coppia di strumentalizzatori”, bugiardi seriali pronti ogni volta a soffiare sul fuoco, tentando di destabilizzare la nostra comunità. Troppo semplice smentire le loro affermazioni: I due strumentalizzatori affermano che “Camassambiente spa -ASV… ha messo in atto l’ennesima scellerata operazione licenziando 3 lavoratori…”: prima falsa affermazione poiché i tre lavoratori non sono stati licenziati ma avevano il contratto in scadenza in data 28 febbraio. I due bugiardi seriali affermano che “quella stessa Amministrazione … sembra sia “caduta dal pero” facendo intendere di non sapere nulla”. Seconda falsa affermazionei due Consiglieri non possono non sapere che l’Amministrazione non può e non deve intervenire sulle politiche delle assunzioni di aziende appaltatrici di servizi comunali. La “coppia di strumentalizzatori” afferma inoltre che “guarda caso, sempre casualmente, viene pure convocato un consiglio comunale…dove si parla di TARI…che se…approvata a “mestiere” potrebbe poi offrire l’escamotage e la possibilità di assumere…altro personale”.  Terza falsa affermazione, con diffamazioneè noto a tutti che il Consiglio comunale sull’approvazione delle tariffe va convocato obbligatoriamente ogni anno prima di quello sull’approvazione del bilancio, pertanto tale convocazione era necessaria e l’approvazione delle tariffe non ha alcun collegamento con le attività assunzionali delle aziende in cui, lo ripetiamo, il Comune non ha e non può avere alcuna voce in capitolo. Pertanto i Consiglieri De Angelis e Orsomando, oltre a essere degli strumentalizzatori sono anche dei “diffamatori seriali” che dimostrano di non avere alcuna conoscenza dei più elementari procedimenti amministrativi. Pertanto nei prossimi giorni depositeremo querela alle autorità competenti nei loro confronti. I due Consiglieri aggiungono, a dimostrazione di tutto il loro pressappochismo e superficialità che “gli autisti … sono stati spediti a scaricare i rifiuti lontanissimo (sino a Siena)”. Quarta falsa affermazione tutti i centri di conferimento sono in un raggio di 70 km fatto salvo il centro di raccolta dell’organico che non si trova a Siena ma bensì ad Arezzo e che, come tutti gli altri, è stato individuato tramite una procedura ad evidenza pubblica sulla base della migliore offerta economica. La diffamazione finale della coppia di “strumentalizzatori seriali” raggiunge poi l’apice del delirio quando si afferma che “qualcuno di questa Amministrazione, prima o poi, dovrà spiegare perché si continua ad essere assai indulgenti e permissivi … con il binomio Camassambiente spa –ASV”, Quinta falsa affermazione, contenente innumerevoli diffamazioniinfatti i controlli e le sanzioni all’azienda non vengono effettuati dall’Amministrazione ma dal DEC (Direttore esecutivo del contratto), nominato così come previsto dal Codice degli Appalti e che, settimanalmente effettua verifiche, richiami ed eventuali sanzioni. Ciò che emerge dalle parole dei due strumentalizzatori seriali è una superficialità disarmante e una visione fuorviante  e distorta della pubblica amministrazione. Sembra che Orsomando e De Angelis siano rimasti alla Prima Repubblica (forse la rimpiangono), laddove la politica agiva liberamente e senza alcun vincolo, bypassando il controllo dei dirigenti e di tutti gli altri organi tecnici che compongono la macchina amministrativa. Non permetteremo più a questa strana coppia di instillare diffidenza nei cittadini tentando (per fortuna senza successo alcuno) di disgregare la nostra comunità con continue falsità, così come non permetteremo loro di sabotare, attraverso esposti denuncia che fino ad ora sono caduti sempre nel vuoto, i progetti più importanti dell’Amministrazione, non ultimo il Lungomare dei Navigatori Etruschi che Orsomando e De Angelis hanno tentato e stanno tentando di bloccare in ogni modo. Pertanto a seguito della gravità, dell’inesattezza e della superficialità delle parole di questi individui, presenteremo querela alle autorità competenti e non permetteremo che una coppia di “strumentalizzatori seriali” senza argomenti continui a diffamare l’immagine della nostra città e il buon nome di tutto l’Ente, non solo insinuando senza alcuna prova comportamenti poco trasparenti da parte dell’Amministrazione ma sottintendendo una complicità anche di tutta la macchina amministrativa, compresi i dipendenti e i dirigenti che ogni giorno invece svolgono la loro funzione con grande professionalità, diligenza e trasparenza”.