Presunti legami “Sì-Tav” e ‘ndrangheta: le imprese piemontesi querelano Alessandro Di Battista

Unione Industriale di Torino insieme ad Amma, Ance Piemonte, Confagricoltura Piemonte e Confindustria Piemonte hanno depositato querela nei confronti di Alessandro Di Battista. Nel mirino delle imprese piemontesi, le affermazioni del pentastellato nel corso dell’intervista rilasciata a Fabio Fazio per ‘Che tempo che fa’: secondo l’ex deputato esisterebbe infatti un legame fra ‘ndrangheta e Comitati Sì Tav, oltre ad accenni a non meglio precisati episodi di corruzione. “In quanto promotori di un Comitato Sì Tav e di numerose iniziative a sostegno dell’infrastruttura – si legge nella nota firmata dalle imprese piemontesi – le associazioni querelanti si considerano destinatarie dell’offesa e ritengono tali dichiarazioni gravemente lesive della loro reputazione. Le associazioni imprenditoriali hanno ritenuto offensive tali dichiarazioni e si sono perciò rivolte alla magistratura chiedendo un intervento volto alla tutela della loro reputazione e al riconoscimento della valenza diffamatoria delle affermazioni di Di Battista”, conclude la nota.