I ‘Gilet Gialli’ devastano il cuore storico di Parigi. In fiamme un palazzo in centro. Distrutti ristoranti, negozi e banche

0
15

E’ stato un sabato drammatico, l’ennesimo per Parigi e la Francia. Nella Capitale francese i gilet gialli e frange incontrollabili di black block, hanno letteralmente devastato il centro cittadino. Attaccati e distrutti ristoranti, edicole, negozi e una banca. Un palazzo in pieno centro in fiamme e distrutto e 11 feriti. Inutili i tentativi di arginare la protesta da parte delle forze dell’ordine. Sono quasi 200 le persone fermate finora. A darne notizia a Le Monde una fonte della sicurezza. Stando ai dati diffusi a metà giornata dal ministro dell’Interno, Christophe Castaner, la manifestazione ha richiamato nella capitale francese tra le 7.000 e le 8.000 persone, tra cui “1.500 ultraviolenti”.

Le violenze sono avvenute nei pressi degli Champs-Elysées, dove sono stati saccheggiati diversi negozi e dove è stato dato fuoco alla sede di una banca, con le fiamme che hanno investito l’edificio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno fatto evacuare il palazzo e hanno domato le fiamme. “Le persone che hanno commesso questa azione non sono né manifestanti né teppisti: sono degli assassini”, ha scritto su Twitter il ministro degli Interni Castaner.

La sindaca di Parigi Anne Hidalgo ha condannato le violenze commesse, annunciando l’attivazione dell’unità di crisi per “far fronte a tutte le emergenze”. Probabilmente, nelle prossime ore, anche sulla spinta delle destre che già lo avevano chiesto, si penserà a varare lo stato di emergenza, almeno nelle giornate del sabato, quando sono programmate le proteste, ma tutto è ad oggi, imprevedibile.

E in Italia il M5S che aveva deciso recentemente di recarsi a Parigi per incontrare i leader di questo movimento, ha preso le distanze condannando la violenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here