Roberto D’Amico: “Ciao Papà”

Roberto D’Amico: “Ciao Papà”

Speciale cerimonia in mare per salutare Umberto, il papà del campione di surf

 

Sabato scorso 16 marzo 2019 gli amici di Roberto D’Amico si sono riuniti per dare l’ultimo saluto a papà Umberto recentemente scomparso. Umberto D’Amico non era soltanto il papà del nostro campione italiano Roberto. Nel corso degli anni è diventato lui stesso un amico, nostro e di tutti gli amici del figlio, faceva parte del nostro mondo allo stesso modo di Roberto, che lo viveva da atleta in prima persona e sempre con papà Umberto al suo fianco.

Accompagnava il piccolo Robby all’età di 7-8 anni all’Italia Surf Expo, da allora il signor Umberto era diventato una presenza fissa insieme a mamma Rosa, alle gare, durante i surf trip, agli eventi, negli anni abbiamo avuto modo di conoscerlo e apprezzare il suo grande impegno e dedizione nel crescere Robertino e accompagnarlo a tutti i vari appuntamenti dentro e fuori dall’Italia, fino a quando Roberto è diventato adulto e in grado di proseguire con le sue sole forze.

“Siamo entrati in acqua tutti insieme, tutti i miei migliori amici che con il tempo lo erano diventati anche di papà. Ognuno di loro mi ha aiutato in qualcosa, nel momento più difficile della mia vita ho provato un’emozione indescrivibile, mano nella mano con mio fratello circondato da tanti altri fratelli. Dopo averlo salutato magicamente si è creato un cuore, lui è con noi”. “Noi siamo una grande famiglia, la più bella che c’è, e tu, ci hai ringraziato con un gigantesco cuore. Non hai mai voluto tristezza intorno a te e tutto questo è ciò che meriti.

Ciao Papà”.

Così Roberto D’Amico il campione ladispolano di surf, racconta la toccante cerimonia con cui lui e tanti appassionati della disciplina, da tutto il litorale, hanno saluto il papà Umberto scomparso pochi giorni fa. Tra i tantissimi messaggi ricevuti da Roby sul suo profilo facebook, ci ha colpito quello di Paul Mellidi:

Le persone nate dal mare – Le persone che nascono dal mare le riconosci subito, perché come l’acqua, che per natura può prendere forma del contenitore che la contiene, così loro fanno con il cuore altrui riempiendolo con il loro essere. Le persone nate dal mare le riconosci perché come le gocce d’acqua quando si trovano vicino l’una all’altra si *coalizzano per dare vita a qualcosa di più grande. Le persone nate dal mare le riconosci perché sono tutte uguali tra loro come quelle gocce d’acqua…Le persone nate dal mare le riconosci, perché come l’acqua completano il loro lungo ciclo naturale da dove sono nati per poi ricominciare . Quelle gocce le riconoscerai sempre, lì nello spazio che si forma tra la lettera A e il nome MARE. Ciao Umberto!

La famiglia del mare

 

Drone by: Gianmarco Gabriele

Altre immagini by: Andrea Damiano

www.Surfcorner.it