Londra, arrestato Julian Assange il fondatore di Wikileaks

Il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, è stato arrestato nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra. Assange si era rifugiato nell’ambasciata di Quito a Londra nel 2012 per evitare l’estradizione in Svezia per un caso di violenza sessuale che è stato archiviato. La Metropolitan Police ha dichiarato che il fondatore di WikiLeaks è al momento in custodia alla stazione centrale di Scotland Yard e sarà portato davanti ai magistrati di Westminster “appena possibile”. A dare conferma della notizia, diffusa da Scotland Yard, è stato il ministro dell’interno britannico, Sajid Javid. “Posso confermare che Julian Assange, 7 anni dopo essere entrato nell’ambasciata ecuadoriana, è ora sotto custodia della polizia per affrontare debitamente la giustizia del Regno Unito” ha spiegato.”Voglio ringraziare l’ambasciata dell’Ecuador per la sua cooperazione e la polizia per la sua professionalità: nessuno è al di sopra della legge”, ha poi concluso Javid. Secondo quanto denunciato in un tweet da Wikileaks, il giornalista australiano non è uscito dall’ambasciata dell’Ecuador a Londra ma è stato l’ambasciatore a far entrare la polizia britannica all’interno della sede diplomatica, dopo che il presidente dell’Ecuador, Lenin Moreno, gli ha revocato l’asilo.