Guerra in Libia, tensioni nel governo. Conte: “Siamo preoccupati”. Fico: “I rifugiati non possono essere respinti. Salvini risponde a Di Maio: “I porti restano chiusi”

0
26
“Stiamo sempre seguendo l’evoluzione in Libia, oggi è una giornata molto impegnativa, siamo preoccupati, dobbiamo assolutamente scongiurare che possa proseguire questo conflitto armato. Abbiamo una precisa strategia, vogliamo una soluzione politica, farò di tutto perché tutti gli attori libici, ivi compresi gli esponenti della comunità internazionale, lavorino con noi per una soluzione pacifica”. Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, oggi a Campobasso per un incontro sul Contratto istituzionale di sviluppo.”I rifugiati non possono essere respinti, coloro che scappano da una guerra non possono essere respinti. Questo è il diritto internazionale, quindi mi sembra davvero scontato. È il diritto e così è”. Così il presidente della Camera, Roberto Fico, a Napoli sulla questione libica.  “I colleghi ministri possono dire quello che vogliono, ma finché faccio il ministro i porti in Italia rimangono chiusi”. A dirlo è il ministro dell’Interno Matteo Salvini nel corso di una conferenza stampa in Prefettura a Monza.
 “I colleghi ministri possono dire quello che vogliono, ma finché faccio il ministro i porti in Italia rimangono chiusi”. A dirlo è il ministro dell’Interno Matteo Salvini nel corso di una conferenza stampa in Prefettura a Monza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here