Rifacimento manto stradale

0
134

Rifacimento manto stradale

L’assessore De Santis: “Tutto procede secondo la prassi”

23 Aprile 2019

Non è una novità che Ladispoli soffra da molti anni a causa di una situazione delle strade piuttosto compromessa. Vere e proprie voragini che mettono a rischio non solo la “tenuta” delle auto, ma anche e forse soprattutto la sicurezza degli automobilisti e dei motociclisti. La pioggia di questi giorni ha aperto nuove voragini, trasformandole in piccoli laghetti artificiali sparsi un po’ ovunque in città. A pagarne le conseguenze maggiori le strade che da tempo risentono di una mancata asfaltatura o di interventi di fortuna realizzati in passato.

L’amministrazione, nei mesi scorsi, aveva annunciato l’avvio di lavori di rifacimento del manto stradale. La Giunta aveva, infatti, approvato una delibera per il rifacimento dei primi 3,5 chilometri di strada, a fronte dei 10 che si conta di riasfaltare durante la legislatura.

In questo primo step le vie interessate saranno quelle di via Ancona, via Firenze, via Taranto e parte di piazzale Roma, via Claudia, piazza Domitilla, largo Domiziano e parte di via Foscolo.

“Gli uffici – aveva spiegato il sindaco Alessandro Grando – stanno lavorando per trasmettere i documenti a Città Metropolitana che dovrà bandire la gara. Contiamo di completare questa prima parte di interventi – ha proseguito – prima dell’estate”.

Lavori che sarebbero dovuti partire nel corso di questo mese, ma il comune aspetta l’iter amministrativo della Centrale Unica di Committenza.

A ricordarlo è l’assessore ai lavori pubblici Veronica De Santis:

“La gara per il rifacimento dell’asfalto cittadino, ricorda l’assessore, come ricordato in precedenti occasioni, è stata bandita dalla Centrale Unica di Committenza di Roma Capitale, la quale segue attraverso i propri uffici tutto l’iter amministrativo previsto dalla legge. Come normato dal Codice degli Appalti, superati determinati importi, i bandi devono essere gestiti attraverso le cosiddette CUC. Finora diverse decine di ditte specializzate hanno effettuato i sopralluoghi propedeutici alla partecipazione della gara. Ad oggi quindi, tutto procede secondo la prassi. Non possiamo avere la data certa di inizio lavori, tutto dipenderà dalle tempistiche di legge della procedura di gara”. (www.terzobinario.it)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here