Avellino, la Procura ha ordinato il sequestro delle barriere su 12 viadotti dell’autostrada A16: nel 2013 ci fu l’incidente in cui morirono 40 persone

La procura di Avellino ha sequestrato le barriere bordo ponte su 12 viadotti dell’autostrada A16, nel tratto compreso tra Baiano e Benevento. La Procura, a quanto s’apprende, contesta la validità degli interventi di manutenzione sulle barriere di protezione effettuati per migliorare le loro condizioni a seguito dei fenomeni non prevedibili emersi dopo l’incidente sul viadotto Acqualonga, avvenuto il 28 luglio del 2013. Sempre a quanto s’apprende, le strutture preposte di Autostrade per l’Italia forniranno alla magistratura tutti gli elementi di chiarezza necessari. Il traffico è regolarmente aperto sul tratto della A16. Commentando il sequestro delle barriere bordo ponte il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha scritto su Twitter: “Dopo strage Acqualonga sequestrati 12 viadotti della A16 in Irpinia per irregolarità delle barriere. L’Ufficio ispettivo del @mitgov da tempo aveva denunciato anomalie nella gestione di Autostrade e ha collaborato con la magistratura. Ecco perché stiamo cambiando il sistema”.