Mosca, Mikhail Gorbaciov, l’ultimo presidente dell’Urss ricoverato in ospedale

L’ultimo presidente dell’Unione sovietica, Mikhail Gorbaciov, si trova ricoverato in ospedale. È stato l’88enne ex segretario generale del partito comunista dell’Urss, a riferire all’agenzia russa Ria Novosti di trovarsi ormai in quella situazione “da diverso tempo” senza tuttavia spiegare quali siano le cause che lo hanno portato a questa condizione di vita. La degenza non sembra comunque frenare il suo attivismo visto che ha anche annunciato la pubblicazione di nuovo libro per i prossimi giorni. Gorbaciov già in passato aveva subito alcuni interventi, come quello risalente al 2016, al cuore con l’installazione di un pacemaker. Da quando aveva dato le sue dimissioni in qualità di presidente della superpotenza comunista, Gorbaciov si era impegnato soprattutto nei settori umanitari riguardanti i territori che facevano parte di quello che un tempo il presidente Ronald Reaganchiamava “l’Impero del Male“, inoltre è sempre stato un forte detrattore della teoria “M.A.D“, ovvero quella in cui due nazioni si minacciano mediante la paura di un “olocausto nucleare” procurato da delle armi atomiche.