Roma, rifiuti, è emergenza sanitaria, Visconti (FdI): “attentato senza precedenti alla salute pubblica”

“Così non si può andare avanti, la città stamattina si è svegliata con l’olezzo nauseabondo dei rifiuti, miasmi che da Boccea a Montemario, dalla Balduina a Monteverde, da Roma nord a Roma sud, raggiungono addirittura i piani alti dei palazzi- A lanciare l’allarme è Marco Visconti, Delegato all’Ambiente del Centrodestra all’opposizione in Comune, che attacca – Dov’è il Ministro della Salute? Dove sono le ASL? In una Capitale in cui nessuno vuole fare l’Assessore all’Ambiente, dov’è il Sindaco Raggi? Non è più una questione politica, i cittadini sono in pericolo, ma i Senatori e i Deputati, eletti a Roma e che sostengono l’amministrazione a 5 stelle, non li vedono i cassonetti stracolmi in tutta la città, o i liquami sversati in terra, accanto ai pochi secchioni vuoti, con l’immondizia lasciata di fianco per settimane? Zingaretti e i suoi, che governano la Regione, non incontrano gabbiani e cornacchie quando vanno alla Pisana o sulla Cristoforo Colombo, oppure hanno direttamente smesso di andare a lavorare? Intervenga la Procura della Repubblica, al limite, ma salviamo i Romani da un attentato senza precedenti alla salute pubblica”.