Servizi sociali: Forum terzo settore felice dell’ascolto del Comune

Le parole della portavoce regionale Francesca Danese

Servizi sociali: Forum terzo settore felice dell’ascolto del comune

 

“Un primo passo positivo con una apertura alle nostre esigenze da parte del Comune, dopo la protesta e il corteo partecipatissimo per le vie di Ladispoli di ieri”. Così si esprime la portavoce del Forum Terzo Settore del Lazio, Francesca Danese in relazione al sit-in e al corteo di giovedì 27 mattina contro i gravissimi tagli al sociale – inizialmente previsti 250mila euro – nel bilancio della cittadina del litorale laziale.
La rappresentante dell’organismo e parte sociale, che associa il mondo dell’associazionismo, del volontariato e della cooperazione sociale, e rappresentante di un milione di cittadini della regione – che ha promosso la manifestazione a Ladispoli (Roma) con tante famiglie ed associazioni – valuta altresì “Straordinaria e commovente la presenza in corteo di trecento persone per le vie della città. il primo e mai visto nella cittadina.. E questo perché sono sentitissime le esigenze di giustizia verso le persone più fragili.
Ieri – prosegue Danese – nonostante il caldo torrido, mamme, famiglie, ragazzi e ragazze disabili in carrozzina e non, sindacati, associazioni di ogni tipo, locali e regionali, scuole, insegnanti, assistenti sociali e psicologi con cui abbiamo collaborato per far sentire la voce dei cittadini in difficoltà, sono scese in strada dalla stazione ferroviaria fino alla sede comunale. Tanti cittadini si sono, infatti, uniti al corteo o applaudivano dai negozi o dalle case. Si gridava: ‘Dignità e giustizia’ e ‘No ai tagli’ e contro le supposte strumentalizzazioni in chiave politica si è ripetuto in coro: ‘Le nostre bandiere sono i nostri figli’”, aggiunge la portavoce del Forum.
Il Sindaco di Ladispoli, Grando, con gli assessori al ramo, ha incontrato poi la nostra delegazione e fatto accomodare le famiglie nell’Aula consiliare.
Registriamo con piacere l’avvio di una nuova interlocuzione, dopo la correzione di linea della Giunta e il riconoscimento di un serio errore sulla modalità con cui si sarebbero operati i tagli previsti alla assistenza domiciliare ai disabili, che toccavano anche la popolazione anziana.
Abbiamo avuto un confronto franco e aperto con l’Amministrazione. Noi – sottolinea Francesca Danese – saremo massimamente collaborativi, ma estremamente vigili, attenti come siamo ai servizi pubblici essenziali.
Su nostra proposta – e solleciteremo formalmente tutti gli attori – aggiunge Danese – si è convenuto che partirà un ‘Tavolo di emergenza e confronto’ tra Forum Terzo Settore del Lazio con i Comuni di Ladispoli e Cerveteri, ASL e Regione Lazio. Questo, mentre l’Amministrazione comunale si impegna a varare una Delibera per il nuovo Consorzio tra Comuni vicini – Ladispoli e Cerveteri – sulla gestione integrata dei Servizi sociali al fine di un Piano di zona adeguato, gettando le basi per maggiori risorse dalla Regione, la razionalizzazione ragionata delle spese e la massima qualità dei servizi alla persona.
Abbiamo, inoltre, proposto la formazione e preparazione tecnica, curata da noi come Terzo Settore , comprendendo le evidenti difficoltà e la carenza numerica del personale comunale, a Ladispoli, come altrove. Stando sempre al fianco delle famiglie e delle fasce più deboli o disagiate della cittadinanza, aiuteremo e valuteremo a stretto giro l’azione amministrativa. E dico intanto: grazie a tutti per questa giornata di partecipazione civica, civilissima, pacifica, solidale”, conclude la portavoce del Forum Terzo Settore del Lazio, Francesca Danese.