Gianni Morandi scende dall’auto…

Vi raccontiamo una vera inedita storia accaduta durante il Jova Beach Party

Gianni Morandi scende dall’auto…

Il cantante romagnolo ha voluto conoscere il nostro concittadino Mario Paciucci che aveva filmato tutta la sua esibizione sul palco di Campo di Mare

 

di Alberto Sava

Prima di parlare di un inedito dietro le quinte del concerto di Jovanotti, una premessa: resta irrisolto il giallo della ‘scippo locale’del sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci al sindaco di Ladispoli Alessandro Grando della tappa laziale del 16 luglio scorso del Jova Beach Party, che ha portato a Marina di Cerveteri oltre 50 mila persone. Svaniti i giochi dei laser che dal palco di Jovanotti fendevano la folla, fino ad accarezzare le onde di Campo di Mare, dissolte le polemiche dei professionisti dell’ambientalismo, e zittite quelle politiche, che hanno accompagnato per mesi l’unica tappa laziale del Jova Beach Party, vi raccontiamo una storia vera accaduta tra il palco, un vicino chiosco ed il lungomare dei Navigatori degli Etruschi. Entriamo nella cronaca, tornando al concerto, nel momento in cui Gianni Morandi, ospite d’onore della serata, dopo la sua applauditissima esibizione, si dirige verso la macchina che lo attendeva per riportarlo a Roma. Morandi aveva da poco concluso la sua esibizione, con l’ultima canzone Fatti mandaredalla Mammadavanti alla folla immensa che si assiepava sotto il palco. Mentre cantava, aveva notato un signore con disabilità, che da una posizione defilata rispetto al palco, stava filmando la sua esibizione. Finito di cantare, esaurito il fragore dell’immenso applauso, Morandi aveva raggiunto la macchina.  Mentre si apprestava a ripartire ha di nuovo notato la persona vista poco prima, ed ha chiesto all’autista di fermare la macchina. È sceso e si è avviato verso il nostro concittadino Mario Paciucci, per conoscerlo. Calorosa stretta di mano, selfie di rito ed affettuoso video messaggio del cantante romagnolo per la mamma di Mario, grande fan di Gianni Morandi, ora ricoverata in ospedale. È lo stesso Mario a raccontarci dell’incontro a sorpresa: “Ero poco distante dal palco, davanti al bar, quando ho visto una macchina scura che si fermava, si sono aperte le portiere ed è sceso Gianni Morandi, il quale indicandomi veniva verso di me: in poche falcate mi ha raggiunto ed ha voluto conoscermi. Poi siamo passati al selfie di rito, e pur essendo molto tecnologico, in preda all’emozione, non riuscivo più neanche a girare il telefonino per lo scatto. Morandi è stato gentilissimo ed insieme ci siamo fatti un selfie. Poi ho girato un brevissimo video da inviare a mia madre, sua grande fan. Poco dopo, l’auto con a bordo Gianni Morandi è ripartita verso il buio della notte di Campo di Mare scomparendo in pochi secondi, mentre sulla spiaggia il concerto entrava nel vivo con le note trascinanti della musica di Jovanotti, che dominava il palco e la folla sottostante”. Fin qui il racconto del protagonista di questa storia vera. Abbiamo voluto saperne di più su Mario Paciucci. Abbiamo scoperto che vive a Cerenova, e divide il suo tempo tra l’adorata figlia, il lavoro e la pratica di alcuni sport. Tempo fa, Mario Paciucci rimase vittima di un grave incidente stradale con conseguenze per la sua mobilità. In poco tempo superò il trauma, si adattò alla nuova situazione e, con i dovuti accorgimenti, è tornato a nuotare d’estate, sciare in montagna d’inverno, e a seguire in trasferta la sua adorata Juventus in trasferta ed allo Juventus Stadium, dove tutti lo conoscono e gli vogliono un gran bene.