I vigili del fuoco di Cerveteri ancora senza autoscala

0
137

Gabriele Fargnoli: “Gestiamo oltre 2000 interventi l’anno con pochi uomini e mezzi carenti”

I vigili del fuoco di Cerveteri ancora senza autoscala

 

Svolgono un lavoro encomiabile, spesso senza mezzi. Parliamo della 26A, la squadra dei vigili del fuoco di Marina di Cerveteri che, come racconta il collega E. Rossi, coprono un vasto territorio che va da Santa Marinella fino al confine di Fiumicino, con un’unica squadra. Ciò vuol dire che quando la squadra è fuori per un intervento, non vi è nemmeno un piantone in caserma. Una squadra che si trova ad operare senza un’autoscala. Nel caso di incendio nei piani alti di una palazzina sarebbe necessario l’intervento di mezzi dotati di autoscala provenienti da Civitavecchia o Ostia. A confermare le difficoltà, Gabriel Fargnoli, capo squadra esperto e responsabile delle relazioni esterne del sindacato Federazione Nazionale Sicurezza Cisl: “Purtroppo operiamo in condizioni complicate. Oltre alla mancanza di una autoscala, anche il mezzo capace di trasportare 5000 litri di acqua è rimasto spesso fermo per problemi tecnici nel 2018 e 2019. Addirittura, aggiunge Fargnoli, spesso i nostri uomini sono chiamati come rimpiazzi in altre caserme e questo nonostante il n ostro centralino sia tempestato di telefonate. Più di 2000 interventi l’anno gestiti da 20 uomini, spesso con mezzi inadeguati. Il ministero può risolvere i nostri problemi. Vigiliamo su oltre 100000 persone. Per questo – conclude Fargnoli – abbiamo inviato diverse lettere per sensibilizzare su questa situazione”. Critico anche il segretario regionale CISL, Riccardo Ciofi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here