Quota 100: il Comune di Ladispoli rischia di svuotarsi

Riflettori puntati anche sulla Polizia locale: si punta a nuove assunzioni

 

Il 15% in meno dei dipendenti comunali entro il prossimo anno. Il Comune di Ladispoli rischia lentamente di svuotarsi di professionisti, mettendo seriamente a rischio paralisi gli uffici comunali. I più vulnerabili quelli dei servizi sociali e della cultura. Grazie all’applicazione della quota 100, infatti, a partire dai prossimi giorni inizierà il pensionamento dei dipendenti. E non è escluso che quanti potranno approfittare della finestra pensionisti offerta dalla manovra del Governo, lo facciano senza indugio alcuno. In vista di questo scenario “apocalittico” per il palazzetto comunale, già da diversi mesi l’assessore al Personale, Amelia Mollica Graziano, ha iniziato a prevedere delle soluzioni “tampone”. La prima già messa a punto prima della pausa estiva è stata quella della mobilità: permettere cioè a dipendenti comunali di altre città di poter chiedere il trasferimento nella città balneare. In questo modo, sebbene da una parte c’è chi si prepara ad abbandonare il proprio posto lavorativo, dall’altro si avrebbe nell’immediato la presenza di un sostituto in grado di portare avanti le pratiche burocratiche. E in un settore delicato come quello del sociale, che deve far fronte quotidianamente alle esigenze e richieste dei cittadini, questo tipo di soluzione si rivela essenziale. Nonostante questo spiraglio aperto, però, ad oggi, le richieste di trasferimento a palazzo Falcone, non riuscirebbero a coprire il fabbisogno comunale. «Quello della mobilità – ha spiegato l’assessore al Personale, Amelia Mollica Graziano – è la prima delle opzioni che abbiamo a nostro vantaggio per poter garantire il rimpiazzo dei dipendenti che ci lasceranno. Solo in un secondo momento – ha spiegato – si potrà procedere all’indizione di concorsi pubblici». Tra i reparti da andare a rinforzare all’interno della macchina amministrativa, c’è poi anche quello relativo alla Polizia locale. Troppi pochi vigili a fronte di una città in espansione. In questo caso l’assessore Mollica Graziano ha annunciato che si procederà all’assunzione tramite concorso. Una buona notizia dunque, non solo per il personale già attivo, ma anche per i cittadini del territorio.