“Scritto insieme una pagina importante della storia”

0
59

Grande partecipazione ieri alla manifestazione contro il Conte bis. Oltre 50 i partecipanti provenienti da Ladispoli

“Scritto insieme una pagina importante della storia”

 

C’era anche un “pezzetto” di Ladispoli ieri alla manifestazione a piazza Montecitorio contro il Governo Conte Bis. Promotore della manifestazione, proprio mentre in aula si discuteva la fiducia a Conte, Fratelli d’Italia e la Lega. “Le elezioni del 2018 avevano dato un chiaro segnale – ha commentato il coordinatore di Riva Destra di Ladispoli e del litorale romano – che ha continuato nel 2019 in quella direzione, amplificandosi nelle successive consultazioni”. “Ma oggi invece chi siede in Parlamento ha scelto di andare in tutt’altra direzione”. Il coordinatore di Riva Destra presente alla manifestazione con tanti altri ladispolani, tra cui anche il consigliere di Fratelli d’Italia, Giovanni Ardita, ha poi citato quanto scritto dal giurista Costantino Mortati nel 1958. Compito del Presidente della Repubblica è quello di accertare la concordanza tra corpo elettorale e parlamentare. Assolve a tale ruolo attraverso l’impiego dell’istituto e lo scioglimento anticipato, quando vi siano elementi tali da renderlo necessario o anche solo opportuno in termini di gravi disarmonie fra attività degli eletti e sentimento del Popolo. Insomma, sulla base di quanto scritto dal giurista, il Presidente della Repubblica Mattarella, doveva sciogliere le camere. “Per questo abbiamo deciso di aderire a questa manifestazione”. “Una manifestazione – ha proseguito ancora Prato – che ha visto come sfondo una sola bandiera, quella italiana”. “I primi a essere stati traditi sono gli elettori di questi schieramenti politici che non hanno nulla da condividere”. E per il coordinatore di Riva Destra, quella di ieri, è stata “una manifestazione pacifica con tante persone scese a manifestare da tutta Italia”. “Ringrazio i presenti che sono venuti con noi e che mi hanno aiutato: Frittellini, Belardinelli, Cavaliere, Marongiu, Ardita, Marchetti, Agrestini, Piergentili, Patini e Riccardo Bethleheim”. E il coordinatore ringrazia soprattutto “chi ci ha sostenuto anche da casa in quello che oggi (ieri, ndr) abbiamo fatto”. “Oggi abbiamo scritto insieme una pagina importante che resterà scolpita nella storia”. “Grazie di tutto. Viva l’Italia. Noi non ci arrendiamo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here