Scuolambiente, con l’inizio della scuola riprendono le attività dell’associazione

0
58

Il presidente Maria Beatrice Cantieri augura a tutti gli studenti e docenti un buon anno scolastico

Scuolambiente, con l’inizio della scuola

riprendono le attività dell’associazione

 

“Vogliamo inviare i nostri migliori auguri e un gran in bocca al lupo a tutti gli studenti del comprensorio perché sia un anno scolastico ricco di crescita personale e culturale. A tutti i docenti e tutto il personale della scuola inviamo il nostro più affettuoso saluto”. Afferma la presidente di Scuolambiente Maria Beatrice Cantieri che, come ogni anno, è a fianco delle scuole con i suoi progetti e le sue iniziative. E anche quest’anno ce n’è per tutti i gusti e per tutte le età. “Alcuni progetti sono per così dire storici”, continua la Presidente presentando l’offerta formativa “altri sono dettati dal mutare delle esigenze del nostro tempo e del nostro territorio e dalle nuove idee dei nostri esperti che vogliono sempre presentare temi d’attualità”

Per i più piccini Scuolambiente propone attività mirate alla conoscenza del mondo della natura e degli animali in un approccio esperienziale e di conoscenza diretta. Così nascono “La scuola in campagna” e “I nostri amici animali” e “Un albero per amico”. Si passa poi a progetti di conoscenza del territorio come “Un ‘ aula verde blu” o “La scoperta del nostro Bosco” dedicata al bosco di Valcanneto e poi “Girovagando per il Territorio” e “Vivere il mare” per continuare con “S.O.S MONDO” che punta alla comprensione e alla promozione della Intercultura a scuola. Infine per gli studenti dello Stendhal di Civitavecchia una novità “ Con un click io fermo il tempo” un laboratorio fotografico per offrire uno sguardo diverso nella ricerca di luoghi e siti di pregevole importanza. “Come sempre tutto questo è possibile grazie alla collaborazione dei nostri esperti e dei nostri volontari che ringrazio di cuore per la loro disponibilità e professionalità e grazie agli insegnati e ai Dirigenti scolastici per la loro sensibilità e apertura ai temi della cura e della protezione del territorio” Conclude Maria Beatrice Cantieri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here