Edificio moderno, accogliente e sicuro

0
69

Ieri mattina il taglio del nastro per l’inaugurazione della Scuola delle Due Casette

Edificio moderno, accogliente e sicuro

Il ripristino del plesso, chiuso in seguito ad accertamenti in materia di costruzione sismica, è stato effettuato con fondi regionali ed è costato 353.567,78 euro

 

“L’edificio -conferma il vice sindaco e assessore all’edilizia Giuseppe Zito- fu chiuso nel 2008 a seguito di accertamenti in zona sismica, il plesso fu immediatamente chiuso, comportando lo spostamento delle attività didattiche in strutture che seppur idonee e a norma, non erano certamente confortevoli come una vera scuola. Oggi -continua Zito- dopo un lungo iter che ha visto il fondamentale contributo della Regione Lazio, nell’ambito del programma straordinario di interventi per il recupero e la messa in sicurezza degli edifici scolastici, la scuola torna alla cittadinanza e dunque a bambini, genitori e personale docente. Il contributo regionale per il recupero e la messa in sicurezza della scuola delle Due Casette, è stato parti a 353.567,78 euro. L’inaugurazione rappresenta un evento importante per il territorio non solo sotto il profilo educativo ma anche sotto il profilo sociale -ha dichiarato ancora il vicesindaco Zito- la scuola era parte integrante della vita del borgo e rappresentava una funzione aggregativa e di identità fondamentale. “Con l’occasione – ha concluso il vicesindaco Giuseppe Zito – ci tengo a ringraziare l’ufficio tecnico comunale e la Regione Lazio per il sostegno senza il quale non sarebbe stato possibile riaprire il plesso scolastico”. Alla cerimonia alle Due Casette hanno presenziato il Sindaco e gran parte della giunta Pascucci, unitamente a tanti cittadini della frazione. Ieri il taglio del nastro per il nuovo plesso delle Due Casette e il giorno prima gli studenti, di ogni ordine a grado, hanno fatto rientro a scuola dopo la pausa estiva. L’assessore Zito nel primo giorno di scuola ha voluto formulare i suoi auguri alla popolazione scolastica ceretana con il seguente messaggio: “Una moltitudine di ragazzi e ragazze hanno iniziato il nuovo anno scolastico anche a Cerveteri. Ognuno con le proprie emozioni, con il proprio entusiasmo, con aspettative e preoccupazioni diverse. Ma tutti con la certezza di rincontrarsi con i propri compagni, di affrontare insieme una nuova sfida. Perché la scuola non è solo il luogo nel quale apprendiamo le nozioni e acquisiamo competenze, la scuola è quel luogo dove impariamo a crescere, tutti insieme. La scuola è la prima occasione di vita in cui impariamo a fare un percorso comune in cui la condivisione è forse la materia più importante. Il mio più grande augurio è che tutti possano ottenere il massimo da questo percorso. Ciascuno con la sua meta. Se a scuola impareranno a pensare con la propria testa, a camminare con le proprie gambe, a inseguire il proprio obbiettivo con lealtà e determinazione, con sacrificio e soddisfazione, domani potranno costruire una società migliore. Più giusta e più responsabile. Il mio augurio va a loro ma non solo. Va a tutto il mondo della scuola. Dal personale ATA, ai docenti, ai Dirigenti Scolastici che portano sulle spalle un peso e una responsabilità enorme. Quello di essere d’esempio. Ed infine ai genitori che li accompagnano in questo meraviglioso viaggio. Come ogni anno ho cercato di dare il massimo perché il nuovo anno potesse iniziare con strutture più sicure e più accoglienti. Tanti gli obbiettivi che sono riuscito a raggiungere, molti altri ancora no. Ma lavorerò con tutto il mio entusiasmo perché possiate sentire la scuola come “vostra”, come un luogo bello in cui è piacevole persino studiare”, ha concluso Giuseppe Zito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here