Primavalle blindata dagli spacciatori, grimaldello dei carabinieri e 33 arresti

Una piazza di spaccio organizzata con le stesse dinamiche di quelle delle Vele di Scampia a Napoli con turni per gli spacciatori che percepivano un “regolare” stipendio. E’ quanto emerge dalle carte dell’operazione (ribatezzata ‘Vele di Gomorra’) dei carabinieri della Compagnia di Trastevere, coordinata dal procuratore facente funzioni Michele Prestipino, che ha portato all’emissione di una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 33 persone. Dalle prime luci dell’alba di martedì, i carabinieri della Compagnia Trastevere, in Roma e provincia di Latina, stanno dando esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Roma, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, nei confronti di 31 persone, nonché una ordinanza emessa dal Giudice per le indagini Preliminari del Tribunale per i Minorenni di Roma nei confronti di 2 giovani. Le indagini guidate dalla Direzione Distrettuale Antimafia – si aggiunge – hanno consentito di accertare l’esistenza di un’associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, composta da soggetti residenti o domiciliati nel quartiere capitolino Primavalle, in un’area di edilizia popolare. Nel corso delle indagini, a riscontro dell’attività, sono state già arrestate 22 persone in flagranza di reato.