Uccise i due figlioletti in carcere a Rebibbia, chiesta l’assoluzione: “Vizio totale di mente”

Una veduta esterna dell'area femminile del carcere di Rebibbia, dove una detenuta ha ucciso i suoi due figli, Roma, 18 settembre 2018. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Il pm Eleonora Fini ha chiesto l’assoluzione, per vizio totale di mente, di Alice Sebesta, la detenuta tedesca che il 18 settembre dello scorso anno scaraventò i due figli, uccidendoli, nel reparto nido del carcere di Rebibbia a Roma. Il tutto, nell’ambito del processo, con le modalità previste per il rito abbreviato, davanti al gup capitolino, Anna Maria Govoni.