Campo di Mare, proseguono i disagi idrici

RFI ancora alla ricerca del guasto alla condotta che ha causato una riduzione della portata idrica nella frazione della città etrusca

Campo di Mare, proseguono i disagi idrici

 

Proseguono i disagi idrici nella frazione di Campo di Mare. Da giorni i cittadini stanno facendo i conti con la sospensione dell’erogazione idrica dalle 9 alle 12 dalle 14 alle 18 e dalle 22 alle 6. A essere più penalizzati i residenti che nelle proprie abitazioni non dispongono di cassoni di accumulo che consentono di avere acqua anche nelle fasi di interruzione. E purtroppo, secondo quanto spiegato dal vicesindaco Giuseppe Zito ai cittadini che sui social chiedono lumi all’amministrazione comunale, purtroppo la situazione non sembra di facile risoluzione. Del servizio idrico nella frazione di Campo di Mare dovrebbe infatti occuparsi Ostilia che però non lo ha fatto, tanto che il Sindaco “nonostante la legge vieti ai comuni di gestire il servizio idrico integrato, è entrato in possesso degli impianti in maniera coercitiva e da un paio di anni gestisce entrambi”. “In questo periodo sono stati fatti molti tavoli di lavoro per passare in carico ad Acea Ato 2 gli impianti”. “Per prima cosa – spiega Zito – si sta gestendo il trasferimento dell’acquedotto di RFI ad Acea Ato2, visto che è all’adduttore che alimenta la rete”. E a proposito del guasto di questi giorni, questo si trova proprio sulla rete di RFI “che non riesce a individuare la perdita a causa della quale l’impianto non riesce ad andare in pressione”. “Considerate che la rete RFI – prosegue ancora Zito – è lunga centinaia di chilometri e accompagna la linea ferroviaria Roma – Civitavecchia”. “RFI sta ispezionando metro per metro la condotta senza fortuna, per ora”. “Il Sindaco ha chiesto un incontro urgente ad RFI, nonostante il dialogo telefonico non è mai cessato”. “Ci auguriamo – conclude Zito – che si possa tornare al più presto alla normalità”.