Usa, maxi multa per Johnson & Johnson: 8 milioni per i danni ad un bambino causato da un farmaco

0
126
Nuovi guai per Johnson & Johnson in Usa: l’azienda dovrà pagare 8 miliardi di dollari di danni a un uomo che, dopo aver usato il farmaco antipsicotico Risperdal* da bambino, ha sviluppato una ginecomastia (crescita anomala del seno). L’azienda è accusata di essere stata consapevole dei rischi, ma di non aver messo in guardia medici e pazienti. A fare causa a J&J Nicholas Murray, 26 anni, che in precedenza aveva ottenuto 680.000 dollari di risarcimento dalla Corte di Philadelphia. Il giovane, riferisce la stampa Usa, ha detto che il problema si è manifestato dopo aver iniziato a prendere il medicinale nel 2003, in seguito a una diagnosi di disordine dello spettro autistico. In una dichiarazione rilasciata alla Cnn, Johnson & Johnson – che ha presentato ricorso – ha definito la somma “grossolanamente sproporzionata rispetto alla compensazione iniziale in questo caso”, dicendosi sicura che la decisione “verrà ribaltata”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here