“Poliambulatorio, file d’attesa troppo lunghe”

0
130

L’Associazione Culturale “DONNA” di Ladispoli (Roma) rappresentata dalla Presidente Maria Teresa Corrao, comunica che è stata contattata per le vie brevi da associate di Ladispoli (Roma) e di Cerveteri (Roma) e del comprensorio di Bracciano (Roma) in ordine al delicato settore della sanità. Le file di attesa al Poliambulatorio di Ladispoli (Roma) sono lunghissime, solo per effettuare alcuni accertamenti cardiologici diventa molto estenuante il tempo di attesa in quanto per effettuare un accertamento medico-sanitario l’attesa de quo si protrae per oltre un anno od un anno e mezzo. Alcuni accertamenti medico-sanitari, ci hanno riferito i nostri associati, si svolgono presso il nostro Poliambulatorio della Via Aurelia sempre a Ladispoli (Roma), ma ci sembra assurdo pensare, che recandosi invece presso l’Ospedale di Bracciano (Roma), l’identico accertamento medico-sanitario si può fare dopo 20 giorni oppure prima dipende dal tipo di esame sanitario presso il medesimo Poliambulatorio de quo od all’Ospedale di Civitavecchia ASL RM F od Anguillara ASL RM F. Sembra assurdo ed allucinante ma è realmente accaduto ad un nostro associato ed a sua moglie, peraltro quest’ultimo è sempre accompagnato da sua moglie ed era presente sua moglie sempre, sia al momento dell’appuntamento presso il Poliambulatorio di Ladispoli (Roma) dove gli veniva assegnata la visita medico-sanitaria dopo un anno nonché sia presso l’Ospedale di Bracciano (Roma) ove veniva assegnato il medesimo appuntamento per l’accertamento medico-sanitario da effettuarsi sempre presso il Poliambulatorio di Ladispoli (Roma) sito sulla Via Aurelia ma tale e medesimo accertamento veniva detto di effettuarsi dopo 20 giorni od al massimo prima di una settimana. Poniamo quindi unitamente al nostro associato ed a sua moglie palesi quesiti agli Addetti ai Lavori dell’ASL RM F come pure tanti nostri simpatizzanti ed altri nostri associati che si sono uniti in queste domande e rivolti a noi dell’Associazione Culturale “DONNA” per ottenere risposte da parte degli Addetti ai Lavori ASL RM F, ove nulla osti, per codesto delicatissimo settore sanitario: “Come mai avviene quanto sopra descritto per gli appuntamenti medico-sanitari che vengono dati alle persone presso il citato Poliambulatorio a Ladispoli (Roma) dell’ASL RM F? Ma non viene utilizzata sempre la medesima piattaforma del portale internet per fissare il medesimo accertamento medico-sanitario in quanto trattasi sempre di ASL RM F? Cosa cambia nella piattoforma del portale in internet ASL RM F dalla città di Ladispoli (Roma) all’ASL RM F della città di Bracciano? l’ASL RM F non è la stessa identica di Ladispoli (Roma) e Bracciano (Roma)?. L’Associazione Culturale “DONNA” CHIEDE ove nulla osti, agli Addetti ai Lavori ASL RM F di questo delicato settore sanitario un’eventuale ed una minima ma sufficiente risposta che venga data ai cittadini malcapitati in questa triste vicenda sanitaria e quindi in merito a quanto accade giornalmente all’interno del citato Poliambulatorio di Ladispoli (Roma) al momento di fissare gli appuntamenti per visite mediche perché sono tantissimi i cittadini che si recano quotidianamente presso il citato Poliambulatorio sanitario sito sulla Via Aurelia a Ladispoli (Roma), per apportare delle cure mediche serie al proprio organismo e cercare di mantenersi al meglio la propria salute. L’Associazione Culturale “DONNA”, relazionando codeste e sopracitate testimonianze di alcuni cittadini di Ladispoli (Roma) vengono esternate da persone sia giovani e sia anziane, ma noi dell’Associazione Culturale “DONNA” abbiamo iscritte tante realtà ove ci siamo sentiti dire per le vie brevi da queste persone, che ci sembra doveroso ricordare alle Istituzioni che pagano regolarmente le tasse e poi dopo tanta fatica si debbano pure sentire abbandonati e dimenticati e messi in un angolo ma eventualmente e probabilmente ricordati soltanto al momento delle elezioni politiche e sono stanchi di sentire solo parole con promesse vane proprio in merito a quanto sopradescritto per gli appuntamenti medico-sanitari sopracitati. Nel contempo bisogna ricordare ai nostri tanti lettori di iscritti e simpatizzanti che l’anziano anche se ha più anni di noi è ricco il suo bagaglio culturale e che può diventare molto prezioso per ognuno di Noi così da insegnarci a comportarsi correttamente e sensibilmente verso ogni realtà culturale ma facendo attenzione però a NON sottoporre il giovane a stress di vario genere od a nonnismo od a mobbing, ma quest’ultimo è un argomento che ne parleremo prossimamente in quanto, ancora tutt’oggi accade in alcuni settori molto sensibili e dove alcune persone si sono già rivolte presso la nostra Associazione Culturale “DONNA” per rivolgere comunicazioni e sensibilizzando così le Istituzioni di vigilanza e controllo demandate dallo Stato Italiano, ma ribadiamo e ricordiamo ne parleremo nei prossimi comunicati stampa che stiamo preparando ed allestendo al meglio. E’ da evidenziare che la nostra Associazione Culturale “DONNA” fece nel lontano 2009/2010 un’iniziativa culturale con i nonni ed i giovani ove ebbe notevole interesse e molto successo nel comprensorio di Ladispoli (Roma). L’Associazione Culturale “DONNA” sensibilizza, ove nulla osti, gli Addetti ai Lavori, affinchè le lunghe file medico-sanitarie vengano snellite ove sia possibile, e la persona che necessità di cure mediche immediate Le siano date al più presto e non dopo un anno, e non facendo rivolgere in tal modo il cittadino presso strutture mediche private a danno quindi della sua tasca/economia sempre più debole in quanto le pensioni non aumentano ma i servizi aumentano di denari sempre di più. L’Associazione Culturale “DONNA” di Ladispoli (Roma) ringrazia la redazione del mass media per il piccolo spazio concesso e nel contempo invia distinti saluti.

Associazione Cult. “DONNA”

La Presidente

Maria Teresa Corrao

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here