Incontro su Cittadinanza attiva e solidale promosso dall’Osic

0
22

 

Il cittadino attivo è colui che ha a cuore il benessere di tutti, che si impegna su più fronti e crede nella solidarietà e nella giustizia sociale, mettendo da parte l’interesse individuale, impegnandosi per una vita migliore nella propria comunità e nella società.  Per conoscere bene i propri diritti e i doveri al fine di ottenere i benefici a vantaggio di se stessi e di tutta la comunità, L’OSIC(Osservatorio Sociale d’Ispirazione Cristiana) organismo ecclesiale che si prefigge l’attenzione ai fenomeni del reale e la comprensione dell’essenza profonda di questa stagione storica e culturale promuoveun incontro sul tema: “Cittadinanza Attiva e Solidale”. Impegnarsi e adoperarsi per il comune significa conoscere bene i propri diritti e i doveri, spesso ignorati, ottenendo così benefici a vantaggio di se stessi e di tutta la comunità. Formare il cittadino attivo e responsabile aiuta non solo a comprendere gli altri, ma soprattutto a relazionarsi a fare comunità evitando di rimanere soli. E’ importante avere passione dedicare il tempo e avere come obiettivo “il bene comune”. Il coinvolgimento di più cittadini contribuisce ad ottenere vantaggi e recuperare quei valori dimenticati. Promuovere l’evento con la partecipazione di tutti i cittadini, che siano essi giovani e anziani, studenti ed educatori, figli e genitori è essenziale, perché attivarsi ed adoperarsi per conoscere i diritti delle persone affette da dipendenze e/o categorie deboli come anziani, malati o disabili che spesso troviamo soli, ignorati e violati dei loro diritti, aiuta ad offrire e sostenere le famiglie in difficoltà dando loro un tenore di vita migliore. Per quanto riguarda i ragazzi, aiutarli a ritrovare se stessi nel confronto con gli altri evitando l’isolamento attraverso l’ascolto e le iniziative socio-educative, culturali, identificare le risorse affiancando anche gli organi istituzionali per richiedere servizi più efficienti. L’invito, rivolto a tutti, è finalizzato alla condivisione e promozione nell’ambito sociale orientato alla valorizzazione della persona sia dal punto di vista fisico che psicologico, nei diversi aspetti, del sociale, del politico, dell’ambiente, del volontariato, della beneficenza. Durante l’incontro interverranno:

Serena Campitiello – direttrice Caritas Diocesana Porto Santa Rufina;

Marco Genovese – responsabile regionale Associazione Libera

Stefano Pedone – Associazione Cattolica Porto Santa Rufina

Rosario Sasso – Marina Cozzi – Rete Associazioni Ladispoli

Saluti iniziali: Mons. Giovanni Righetti – Parroco Sacro Cuore di Gesù. Introduce e modera: Carlo Di Gianfrancesco (OSIC)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here