Città dell’Arte – Museo a cielo Aperto saranno finanziati dalla Regione Lazio

 

Buone notizie dal mondo della Politica! I cittadini italiani, dopo “Mani Pulite”, sono stati educati all’anti politica da parte dei mass-media, per coprire le manovre dei “poteri forti” che hanno sostituito il potere della politica con quella dell’alta finanza apolide e globalista.  Il M5S è stato l’espressione di chi pensava di trovare nei politici il “capro espiatorio” dei mali dell’Italia, senza sapere che il vero potere lo hanno i dirigenti e funzionari degli Enti pubblici e i “poteri forti”  che manipolano abilmente l’opinione pubblica e che nella sinistra italiana trovano i loro “portavoce”.  Gli italiani non sono abituati alla concretezza, a proposte reali che mirano al miglioramento della qualità della vita, a politici che quando prendono un impegno realizzano le loro promesso, ma c’è l’inversione di tendenza e c’è speranza verso un cambiamento positivo! Un esempio concreto della serietà dell’azione politica – amministrativa lo dà Fratelli d’Italia di Ladispoli e della Regione Lazio.  Con D.G. nr. 91 del 30.4.19 la Giunta del Sindaco Alessandro Grando delibera la realizzazione  del progetto, da me presentato: “Ladispoli Città dell’Arte – Museo a Cielo Aperto”, con D.G. nr. 185 del 27.9.19, un’integrazione alla su menzionata delibera,  la realizzazione del “Parco delle Nazioni”.  Durante il convegno del 27.9.19 in Aula Consigliare, l’On. Giancarlo Righini, Consigliere Regionale di FdI, aveva promesso di presentare una proposta di legge regionale per istituire le “Città d’Arte” sul modello di Ladispoli. Giovedì, 21.11.19, nella Commissione Bilancio della R.L.  è passato il suo emendamento n. 59  al:  “Documento di Economia e Finanza Regionale 2020, anni 2020 -22”. L’osservazione, del Gruppo Consigliare di FdI a firma dell’On. Righini,  alla proposta di Deliberazione Consiliare n.37 dell’8.11.19 modifica il documento alla pag. 70, ovvero: “Modifiche relative al capitolo “3 La strategia, gli obiettivi economico-finanziari regionali e le fonti di finanziamento per il breve-medio termine” di cui al paragrafo “gli obiettivi delle politiche culturali” alla fine del terzo capoverso inserire: <saranno definiti, attraverso intervento normativo, i requisiti per il riconoscimento della qualifica di Città dell’Arte – Museo a Cielo Aperto>”. Ora la Regione Lazio dovrà approvare la legge regionale che istituirà le “Città d’Arte” e finanziare le realizzazione. Le delibere comunali non prevedono un finanziamento del progetto, certo il Comune da tutti i supporti tecnici-legislativi-logistici, così come avvenuto per la realizzazione della scultura “I pescatori” che è stata donata dall’Associazione Culturale “Nuova Luce”.  Questi fatti spiegano  il grande successo elettorale di Fratelli d’Italia, gli italiani vedono in Giorgia Meloni e nei suoi rappresentanti in Parlamento, nei Consigli Regionali, Provinciali e Comunali, la concretezza di chi quotidianamente si impegna a migliorare le condizioni di vita, difendere gli interessi della gente comune ed impegnarsi, coerentemente nella realizzazione degli ideali e valori che fino agli anni novanta avevano fatto diventare l’Italia la quarte potenza industriale al mondo e che dopo il 1992, grazie alla sinistra italiana al servizio di poteri esteri, è stata avviata alla deindustrializzazione e a fare lo “schiavetto dell’Europa”.

Raffaele Cavaliere