Passo di Palo: assolto Ramazzotti

0
71

 

Passo di Palo: assolto Ramazzotti

Il consigliere coinvolto insieme all’ex sindaco Gino Ciogli erano finiti nel mirino della magistratura per una vicenda legata ai permessi a costruire a Cerveteri su un terreno in via Passo di Palo

 

Assolto con formula piena perché il fatto non sussiste. Il tribunale di Civitavecchia alla fine ha scagionato Lamberto Ramazzotti dalla vicenda relativa ai permessi a costruire in via Passo di Palo. Prescrizione per l’ex sindaco di Cerveteri Gino Ciogli e Antonio Galosi. La vicenda era partita nel lontano 2008 da una denuncia dei fratelli Tidu: avevano presentato al comune una richiesta a costruire. Secondo gli investigatori la politica era entrata in gioco concedendo pareri favorevoli in cambio di “mazzette”. Il progetto si sarebbe sbloccato solo con una delibera di consiglio dove i coinvolti si sarebbero dati da fare per giungere alla conclusione della “trattativa”. Nel 2014 l’allora GUP di Civitavecchia accolse le richieste dei PM rinviando a giudizio le 5 persone coinvolte. Qualche settimana fa durante l’udienza in tribunale, il Pm Alessandro Gentile aveva chiesto di scagionare dalle accuse gli imputati, “perché il fatto non sussiste”. Il magistrato nella requisitoria aveva chiesto che venissero scagionati anche “prescrizione” del reato. E ieri sera la decisione.  Il giudice di Civitavecchia, Antonella Capri, ha accolto per intero le richieste avanzate dal pm Alessandro Gentile sull’attuale consigliere comunale Ramazzotti “perché il fatto non sussiste” mentre per Gino Ciogli, ex sindaco dal 2008 al 2011, ha accolto solo la prescrizione. Anche per Galosi, ex consigliere comunale Pd accordata la prescrizione mentre per Franco Granata, ex dirigente all’Urbanistica, assoluzione piena (il magistrato aveva chiesto la prescrizione nella sua lunga requisitoria del 14 novembre scorso) dal reato di “falso in atto pubblico”. “Dopo circa 4 ore di camera di consiglio e circa 8 anni di causa la verità è venuta a galla”, ha commentato soddisfatto Ramazzotti. “Un pm serio, dei giudici onesti e preparati ma soprattutto un grandissimo avvocato Fabrizio Lungarini, con preparazione, capacità e bravura ha smontato tutte le calunnie ed infamità”. “Oggi torno a credere nella giustizia, nessuno potrà restituirmi le sofferenze, il dolore, ma certamente tutti quelli che hanno partecipato a dire il falso solo per farmi male, pagheranno in sede penale e civile”. “Non cerco vendetta però chi fa gratuitamente del male deve pagare”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here