“Il futuro della sanità integrativa in Italia”

 

Mercoledì 18 dicembre convegno nella Capitale promosso dal Fondo ASIM al Palazzo dell’Informazione

“Il futuro della sanità integrativa in Italia

Sceltissimo il parterre degli oratori chiamati a dare il loro contributo alla discussione su salute prevenzione, cure e welfare

 

di Alberto Sava

 

Il mondo della sanità nazionale tiene il passo con i tempi adeguandosi ai cambiamenti imposti con velocità. I binari sui cui scorre il sistema sanitario pubblico da tempo incrociano l’esigenza di nuovi spazi a supporto della tenuta sempre più ardua della quadratura costi-servizi-benefici. Questo lo sfondo dell’iniziativa ASIM che vuole porre l’attenzione su un’esigenza sempre più stringente, cioè quella dell’integrazione tra il Sistema Sanitario Nazionale e il cosiddetto “secondo pilastro socio-sanitario”, attraverso un’opportuna regolamentazione. Un’esigenza che nasce anche dalla difficile situazione che il nostro Sistema Sanitario Nazionale si trova ormai ad affrontare da anni, risultato di risorse pubbliche destinate allo stesso in quantità sempre più ridotta e inadeguata. Tutto questo rende il coniugare il principio di equità nell’accesso alle cure e la sostenibilità economica del sistema pubblico un’azione sempre più complessa e difficile. Un evento che si pone l’obiettivo di dar voce a tutti coloro che giocano un ruolo da protagonista nella sanità italiana per confrontarsi e creare le basi per una riflessione più ampia e condivisa. Con la conduzione di Federica Gentile, prenderanno parte alla discussione: rappresentante del ministero della Salute; esponente regionale al Diritto alla Salute; rappresentante nazionale dei medici di famiglia; responsabile nazionale del welfare di parte sindacale; responsabile nazionale del welfare di parte datoriale.