Asl: “Disagi reali. È cambiata la piattaforma”

 

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Corrisponde al vero che dal giorno 11 novembre è cambiata la piattaforma di gestione delle prestazioni ambulatoriali – Recup – e che, conseguentemente, a tale variazione si sono verificati alcuni rallentamenti e disservizi. Al fine di scongiurare il più possibile i disagi a carico dei cittadini questa Azienda ha provveduto a informare preventivamente il personale coinvolto nell’erogazione delle prestazioni, ivi compreso il personale sanitario medico e non medico, chiedendo di intraprendere ogni possibile azione volta ad agevolare il percorso del cittadino verso gli ambulatori.   Apposite locandine informative, inoltre, sono state affisse presso i presidi ambulatoriali e, nella prima decade dall’avvio del nuovo Recup, presso i presidi ambulatoriali aziendali sono stati presentii rappresentanti-esperti regionali, che hanno curato gli aspetti tecnici, correggendo le anomalie verificatesi all’avvio del nuovo sistema. I tempi di attesa sono stabiliti dal medico prescrittore (medico di medicina generale, pediatra di libera scelta, specialista ambulatoriale ospedalieri o territoriale) secondo la valutazione della situazione  clinica dell’assistito. Si precisa che la prestazione prescritta con classe di priorità può essere garantita, a seconda del livello di urgenza, nel territorio regionale o aziendale.Pertanto, nel caso in cui la prestazione sia ritenuta urgente dal medico prescrittore, l’Azienda pone in essere ogni azione possibile volta ad erogarla entro i tempi fissati.Si rappresenta, infine, che non è necessario recarsi presso gli sportelli per prenotare, modificare o disdire appuntamenti, poiché il servizio è accessibile telefonicamente al numero 069939, o a mezzo email collegandosi al portale https://www.salutelazio.it/prenotazione-visita-specialistica. Anche per effettuare i pagamenti di visite o prestazioni prenotate è possibile  utilizzare modalità alternative collegandosi al sito www.pagopia.gov.it o  le app fornite dal proprio ente creditore.Tuttavia le persone che hanno particolari necessità possono, utilizzando il totem eliminacode presente presso la Casa della Salute, se necessario con l’ausilio del personale preposto all’accoglienza, accedere agli sportelli con priorità.