Sindaco Grando: “Possibilitàdi tombare il pozzo vecchio”

“La restante parte di Ladispoli comunque, non ha problemi con l’acqua”

E’ stato ospite alla trasmissione “Cambia il mondo”, condotta da Fabio Bellucci su Centro Mare Radio, anche il Sindaco di Ladispoli Alessandro Grando. Il sindaco si è espresso in merito a tutti i progetti in lavorazione, moltissimi dei quali arrivati alla loro conclusione. “La costruzione della caserma dei carabinieri è arrivata ad un punto di svolta, ieri hanno gettato l’ultimo solaio”. “Recentemente poi, è stato firmato anche il contratto per il cinema”. “Quest’anno è stato importante anche il primo intervento per la manutenzione delle strade”. Il sindaco si è espresso poi, insieme agli altri argomenti, anche sul problema della potabilità dell’acqua. “Abbiamo scavato un secondo pozzo rispetto a quello che avevamo, è il primo che Ladispoli costruisce per avere una migliore qualità dell’acqua, con percentuali di cloruri più bassi”. “Il pozzo Statua infatti va molto più in profondità, e l’acqua è più contaminata”. “Durante l’escavazione del secondo pozzo però, ci siamo resi conto il livello dei cloruri era superiore” “Ci eravamo rassicurati all’inizio, purtroppo però il pozzo Statua con la sua interferenza ha creato dei problemi alla parte superiore della falda, ed ha portato elementi elevati di cloruri”. “C’è però la possibilità di tombare il pozzo vecchio, in modo tale da non avere più problemi. Ci stiamo lavorando”. “La restante parte di Ladispoli comunque, non ha problemi con l’acqua”. Per quanto riguarda il problema delle casette d’acqua non funzionanti, il sindaco replica: “Come ogni attrezzo si deteriorano”. “Sono strutture sulle quali negli anni non si è fatta manutenzione, poiché interventi diversi hanno costi anche elevati”. “E’ capitato infatti che molte casette rimanessero chiuse per problemi economici”. “Ad ogni modo, rimangono altre quattro casette, una non funzionante non influisce più di tanto”.