Il Centro Sportivo Il Gabbiano vince al Roma jiu jitsu Challenge 2019

Gli Atleti del centro sportivo il gabbiano di Ladispoli capitanati dal Maestro Gianluca Palombi cintura nera di Brazilian jiu jitsu, ottengono un buon risultato al Roma jiu jitsu Challenge 2019 con ben 440 iscritti nella competizione con il kimono e 198 iscritti nel no-gi ( lotta senza kimono) evento organizzato dall’ Unione Italiana jiu jitsu. La competizione è iniziata con le lotte No-gi (senza kimono) dove gli atleti combattono in pantaloncini e magliette di lycra. Alessandro Bernardi cintura Blu pesi medi è stato l’unico atleta del Gabbiano a lottare in questa specialità, ed è riuscito a conquistare una meritata medaglia d’Argento nella competizione No-gi ( senza kimono)! Nel primo pomeriggio sono iniziate le lotte con il kimono dove purtroppo Alessandro Bernardi non è riuscito a raggiungere il podio. A seguire è stata la volta dell’atleta Massimiliano Mannocci Cintura Blu pesi massimi che ha conquistato una fantastica medaglia d’oro vincendo la finale con una strategia infallibile! Per finire è sceso in campo Bruno De Simoni cintura Blu pesi medio-massimi che porta a casa una medaglia di Bronzo in una categoria difficile.  Il Maestro Gianluca Palombi è stato molto soddisfatto di questi risultati che tra l’altro hanno contribuito a far vincere all’Accademia Tribe jiu jitsu il titolo di squadra più forte del torneo su circa 60 Team partecipanti! Il Brazilian jiu jitsu è un’arte marziale derivante dal jiu jitsu Giapponese e dal Judo kodokan ma che è stata sviluppata in Brasile con finalità non sportive ma totalmente orientate alla difesa personale. Proprio questa connotazione volta alla difesa personale ha creato un pò di astio con le altre arti marziali o forme di lotta che sostenevano di essere superiori e che il jiu jitsu non fosse efficace, per mettere fine a questi dubbi sono nati i tornei di Vale-Tudo nei quali due rappresentanti di discipline diverse si affrontavano con un regolamento ridotto all’osso, senza categorie di peso, senza guantoni, senza limite di tempo dove ogni tipo di colpo, presa, o sottomissione era permessa, inutile dire che i rappresentanti del jiu jitsu primeggiavano in larga misura in questo tipo di Match. Nei primi anni 90 hanno esportato negli Stati Uniti questo tipo di combattimenti ma utilizzando una gabbia al posto di ring e con una formula di torneo ad eliminazione diretta con 8 uomini rappresentati 8 discipline diverse, anche qui il Brazilian jiu jitsu ha largamente dominato le lotte giungendo fino ad oggi dove ogni lottatore di MMA (Arti Marziali Miste) deve possedere una buona conoscenza di questa Arte Marziale se vuole sperare di fare una buona carriera. Da pochi anni si é sviluppata anche una forma sportiva del Brazilian jiu jitsu nella quale non sono previsti colpi ma è stata mantenuta sempre quella efficacia strategica utilizzabile in larga parte nella difesa personale, e le competizioni si svolgono sia con il kimono che senza kimono. È possibile fare delle prove gratuite di questa Arte Marziale presso il Centro Sportivo il Gabbiano in Largo Botticelli 10 a Ladispoli tutti i Lunedi,Martedi,e Giovedi.