La Lega Ladispoli in piazza del Campidoglio per la battaglia contro la discarica a Tragliata

Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo della Lega di Ladispoli – No, questa mattina la sindaca per antonomasia non era pronta: non era pronta lei, non erano pronti il suo assessore né un funzionario. Nessuno ha voluto incontrare una delegazione del Comitato ” No discarica” di Tragliata, il consigliere comunale Maurizio Politi, il consigliere regionale Daniele Giannini ed il senatore William de Vecchis. Noi della Lega Ladispoli eravamo presenti in piazza del Campidoglio per dare forza a chi si sta battendo per la tutela del Territorio. Siamo rimasti lì,  a parlare tra di noi, a confrontarci sulle possibili e future iniziative, fino a quando la nostra determinazione è stata premiata: sembrerebbe (usiamo il condizionale) che la Giunta Capitolina non sia “interessata” ad aprire discariche nella campagna romana e che siano altri i potenziali siti. Continueremo a vigilare, sempre al fianco del Comitato e soprattutto del Territorio, perché siamo convinti che una Comunità che non si arrende non può mai essere sconfitta.

 

L’assessore Lazzeri: “Ribadito

il No a scelte calate dall’alto”

Almeno tremila persone hanno partecipato alla manifestazione indetta dal Comitato No discarica a Tragliatella. Presente anche il Comune di Ladispoli, rappresentato dall’assessore al Commercio, Attività Produttive, Servizi Informatici, Servizi Anagrafici e Comunicazione, Francesca Lazzeri e dal consigliere comunale Luca Quintavalle. “Abbiamo ribadito il nostro no a scelte calate dall’alto – ha detto l’assessore Lazzeri – il nostro territorio ha già dato troppo in materia di discariche ed inquinamento ambientale. Ora che si sta procedendo alla tombatura di Cupinoro, ecco che il sindaco di Roma, Virginia Raggi pensa di piazzarci a pochi chilometri la discarica di Roma. La Raggi faccia una scelta coraggiosa: faccia fare ai romani la raccolta differenziata, come la facciamo noi e i cittadini del lago e del litorale nord. La nostra città si è attestata al 74%. Non abbiamo alcuna intenzione di prenderci la mondezza di Roma. Non accetteremo passivamente – conclude l’assessore Lazzeri – scelte calate dall’alto.”

 

In merito all’apertura

del Commissariato

L’apertura di un commissariato rappresenta un grande successo: non solo per l’Amministrazione, ma per tutta la Collettività. Ogni cittadino anela ad una maggiore sicurezza sociale e ad un maggiore controllo del Territorio da parte delle Forze dell’Ordine: la crescita di Ladispoli negli ultimi 30 anni ha reso necessario un potenziamento dei presidi delle Forze dell’Ordine. Non riusciamo a comprendere perché sia iniziata la gara per appuntarsi la medaglia, la competizione per dimostrare chi è stato a fare cosa. Folle chi pensa che questo sia un percorso iniziato anni fa, altrettanto chi crede che il commissariato “sia sbocciato” con il nuovo governo in poche settimane. In realtà, il discorso è semplice e molto lineare: ad un primo incontro con l’allora sottosegretario Molteni ( a cui parteciparono i consiglieri della Lega Augello e Quintavalle, accompagnati dall’assessore competente Mollica Graziano) nell’agosto del 2018 ne sono seguiti altri portati avanti direttamente dal sindaco Grando. Il gruppo “Lega-Salvini Premier” di Ladispoli si è da subito adoperato e ha lavorato alacremente per raggiungere questo risultato: risultato che arrecherà benefici (in termini di servizi e sicurezza) a tutta la Collettività negli anni a venire.
Gruppo consiliare “Lega Salvini Premier ” Ladispoli