Roma, i legali di Pietro Genovese hanno fatto ricorso al Tribunale del Riesame per chiedere lo stop degli arresti domiciliari del giovane

I legali di Pietro Genovese, il 20enne alla guida del Suv che ha investito in Corso Francia le 16enni Gaia e Camilla la notte tra il 21 e il 22 dicembre, hanno fatto ricorso al tribunale del Riesame per chiedere l’attenuazione della misura cautelare. L’udienza sarà fissata nei prossimi giorni. Genovese si trova agli arresti domiciliari dal 26 dicembre. Durante l’interrogatorio col gip, che ha avuto luogo lo scorso 2 gennaio, il 20enne ha ribadito tra le lacrime di essere passato col verde e di non aver visto le due giovani che stavano attraversando la strada. Per ricostruire con esattezza tutti gli elementi della tragedia, fra cui la velocità a cui viaggiava il Suv, e il funzionamento del semaforo per i pedoni, la Procura di Roma ha disposto una maxiconsulenza. Intanto, gli amici di Gaia e Camilla hanno deciso di realizzare un piccolo tributo alle due ragazze scomparse in Corso Francia.