Non si è mai spezzato il filo tra Cosa Nostra siciliana e le ‘famiglie’ americane

0
104
Foto LaPresse - Guglielmo Mangiapane 08/07/15 Palermo ITA Cronaca Conferenza stampa della Direzione investigativa antimafia di Palermo a seguito del sequestro di trust, beni immobili e mobili nei confronti dei fratelli Virga. Le indagini a carico di Vincenzo, Anna, Francesco e Rosa Virga sono state condotte dalla Dia di Palermo e dal procuratore aggiunto Bernardo Petralia. Nella foto: Il logo della Dia Palermo Photo LaPresse - Guglielmo Mangiapane 08/07/15 Palermo ITA Politics Antimafia investigative agency confiscated properties which are believed to belong to the Mafia. The properties were confiscate to the Virga brothers. In the pic: The logo of Antimafia investigative agency

 

“Attivita’ di indagine piu’ recenti hanno confermato la persistente attualita’ di rapporti tra esponenti di famiglie storiche di Cosa nostra palermitana,cosiddetti perdenti, con elementi di Cosa nostra americana con particolare riferimento alla famiglia Gambino da oltre cinquant’anni radicata negli Stati Uniti”. Lo ricorda la Dia nella sua relazione semestrale al Parlamento.

Nel documento si fa riferimento al blitz ‘New Connection’, del 17 luglio 2019, che ha colpito il mandamento mafioso palermitano di Passo di Rigano, storica roccaforte della famiglia Inzerillo. La relazione ricorda che nel blitz di luglio, scattato tra la Sicilia e gli Usa, sono stati colpiti esponenti delle famiglie Gambino, Inzerillo, Di Maggio, Mannino e Spatola: sono gli eredi dei cosiddetti ‘scappati’ della guerra di mafia dei primi anni Ottanta, che furono costretti a lasciare Palermo per trovare rifugio negli Stati Unitie scampare cosi’ al piombo dei Corleonesi di Toto’ Riina.

Secondo la Dia “non e’ quindi mai venuta meno la connessione tra affiliati e componenti delle consorterie del versante americano e siciliano”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here