Campo di Mare, un’odissea lunga decenni

 

“Fallimento Gruppo Bonifaci, il Comune dovrebbe ipotecare Ostilia e recuperare i soldi in danno”

Campo di Mare, un’odissea lunga decenni

Orsomando e De Angelis accusano: “A partire dal 2016 sono finite nel nulla le nostre mozioni ed interrogazioni presentate per allertare la maggioranza Pascucci.

 

I consiglieri della minoranza di centrodestra Salvatore Orsomando ed Aldo De Angelis ripercorrono le tappe del loro impegno, profuso dal 2016 ad oggi, nel tentativo di fugare luci ed ombre sulla questione Campo di Mare. “Oramai è di dominio pubblico che con sentenza nr. 931 del 19/12/2019 è stato dichiarato il fallimento del Gruppo Bonifaci che è proprietario della società Ostilia srl. la quale, probabilmente, sarà coinvolta dalle conseguenze della procedura fallimentare che già vede un sostanzioso numero di creditori aventi. Ci secca dire “ve l’avevamo detto” ma… ve l’avevamo detto! Già a febbraio 2016 fu “secretata” e poi bocciata la nostra mozione con la quale chiedevamo all’allora Amministrazione Pascucci, alfine di tutelare il bene pubblico, di interrompere e bloccare tutti i rapporti, accordi e trattative con il Gruppo Bonifaci e società collegate perché c’era qualcosa che non “quadrava”. Da quel momento e dopo aver attenzionato gli organi competenti, abbiamo proseguito con le nostre battaglie sia sui giornali che in tanti consigli comunali avvertendo che questo rapporto con Ostilia srl sarebbe stato pericoloso e il Comune avrebbe dovuto provvedere immediatamente a rientrare dei soldi di tutti i “lavori in danno” eseguiti al posto di Ostilia. Per tutta risposta, questa amministrazione, dopo averci attaccato e deriso, ha proseguito “alacremente” nel fare lavori in danno con i soldi dei cittadini sostituendosi all’Ostilia. E‘ bene dirlo che anche nel 2018, dopo alcuni esposti, il 22 gennaio presentammo un’ulteriore mozione di impegno richiedendo la confisca cautelativa con ipoteca delle aree di proprietà dell’Ostilia a tutela dell’Ente e della collettività, anche questa bocciata dall’Amministrazione Pascucci che il mese dopo rispose persino “picche” o meglio il “nulla” ad una nostra interrogazione orale (prot.8558 del 19/02/2018) con la quale richiedemmo risposte esaustive su alcune lettere con le quali, la medesima società, comunicava preoccupanti criticità e problemi finanziari tanto da rinunciare ad azioni e interventi di manutenzione sul depuratore di Campo di Mare e proprietà di sua competenza. Un percorso di sofferenza durante il quale l’amministrazione Pascucci ha proseguito, come se nulla fosse, sborsando somme per “lavori in danno” su proprietà Ostilia e prendendosi in carico persino la “strada” Lungomare del Navigatori Etruschi ricompresa in una precedente perimetrazione, già oggetto di discussioni per particolari comodati prodotti a terzi a dimostrazione del buon rapporto che probabilmente intercorre con Ostilia srl. Ma noi siamo “ostinati” e il 17/10/2019 con prot. 52319, dopo aver appreso che l’Amministrazione aveva mandato “perenti” alcuni ricorsi contro Ostilia per il citato recupero e visto che le somme per i “lavori in danno” si aggiravano ad oltre il milione di euro, abbiamo presentato l’ennesima mozione, evidenziando la grave situazione del Gruppo Bonifaci – Ostilia e richiedendo l’impegno di immediate azioni per il recupero dei soldi spesi, una mozione forse “spinosa” e scomoda che, tra futili rinvii e quant’altro, è stata portata in discussione il 09 dicembre 2019 (10 giorni prima del fallimento Gruppo Bonifaci) ma, come in precedenza, la maggioranza Pascucci, con il supporto di qualche ”stampella”, l’ha espressamente bocciata glissando sui nostri avvertimenti. Non vogliamo insinuare dubbi e forse sarà un caso come un altro, ma non è alquanto particolare la casualità che il Comune di Cerveteri provveda ad emettere una determina con data 18 dicembre 2019 avente in oggetto “ Riqualificazione Urbanistica loc.Campo di Mare – Affidamento per la variante speciale e della VAS dell’area Campo di Mare” e il giorno dopo, ovvero il 19 dicembre 2019, il Gruppo Bonifaci (proprietario di Ostilia srl e di quelle stesse aree) viene dichiarato fallito ? Non nascondiamo che siamo molto preoccupati e sempre più cittadini ci chiedono notizie in merito ed è per questo che il 21 gennaio abbiamo presentato via PEC una specifica richiesta di iscrizione ipotecaria sulle proprietà Ostilia srl., proprio in tutela del “Pubblico Interesse” (quello vero) e in considerazione dell’avvenuto fallimento Gruppo Bonifaci, alfine di ottenere il definitivo recupero di tutte le somme dei lavori in danno eseguiti dal Comune di Cerveteri e quant’altro, tra cui eventuali oneri concessori in sospeso. Questa volta abbiamo richiesto direttamente al Segretario Comunale/Direttore Generale avv. Russo, allegando anche l’elenco delle proprietà, di attivarsi con fermezza e autorità, oltre che far attivare chi di competenza e l’Amministrazione Comunale tutta, nel procedere urgentemente all’iscrizione ipotecaria per almeno due o tre volte il valore del dovuto all’ente su proprietà della società debitrice Ostilia srl proprio a tutela del “Pubblico Interesse”, della collettività caerite e di tutte le somme spese per i lavori in danno e, abbiamo anche aggiunto, di avere contezza se, sia in termini amministrativi che legali, sono state poste in essere le corrette procedure e applicato lo strumento del decreto ingiuntivo o ingiunzione di pagamento alla medesima soc. Ostilia srl. per il recupero di quanto già ampiamente anticipato dal Comune. Contemporaneamente abbiamo presentato un esposto alle Autorità Competenti per far verificare se vi sia stato un presunto “danno erariale” e quant’altro proprio perché i soldi dei cittadini gridano vendetta e qualcuno dovrà pure restituirli alla comunità. Non siamo stati “veggenti” o maghi ma siamo semplicemente osservatori terzi, razionali, che non si lasciano trasportare dai desideri o dalle passioni o dalle ideologie, ma osservano i fatti e ne traggono delle conseguenze mettendoci la propria faccia con le dovute azioni o almeno ci proviamo sempre. Non sarebbe ora che facesse altrettanto qualcuno della politica locale?”, concludono i due esponenti dell’opposizione Orsomando e De Angelis.