SAFER INTERNET DAY

0
21

SAFER INTERNET DAY

Anche gli studenti dell’alberghiero di Ladispoli partecipano alla giornata dedicata alla sicurezza nel web

 

La vera sfida del XXI secolo: “favorire  l’accesso sicuro  dei  minori alle  nuove  tecnologie, garantendo, in pari tempo, la loro crescita sana e serena, senza che siano oggetto di violenze criminali inaccettabili o di influssi gravemente nocivi per l’integrità del loro corpo e del loro spirito”. Così Papa Francesco nel corso dell’udienza riservata lo scorso 14 novembre ai partecipanti al Congresso internazionale ‘Child Dignity  in  the Digital World’. E di sicurezza nel Web si è parlato martedì 11 febbraio nel corso della XVII edizione del Safer Internet Day, nella Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri: una giornata di confronto e di dibattito istituita nel 2004 dall’Unione Europea allo scopo di sensibilizzare i giovani sul tema dell’uso consapevole della Rete. Anche gli studenti dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli hanno partecipato all’evento, accompagnati dalla Prof.ssa Sara Leonardi e dalla Prof.ssa Antonella Mancaniello. “I dati parlano chiaro: – ha affermato la Prof.ssa Leonardi – crescono i casi di cyberbullismo, abusi sessuali, pedofilia, pedopornografia e altre forme di violenza on-line. E’ nostro dovere di educatori fornire agli studenti efficaci strumenti di conoscenza e di analisi per muoversi consapevolmente nella Rete, sfruttandone le opportunità ma evitandone i rischi”. “Internet è uno straordinario mezzo di apprendimento, utile anche didatticamente per favorire un potenziamento delle competenze e delle abilità degli allievi, ma la vera sfida è quella di accrescere la consapevolezza dei rischi, con azioni concrete”. Al centro dell’obiettivo, dunque, i pericoli del web. L’odio, la violenza e l’estremismo dei comportamenti corrono sulla rete, soprattutto nelle sue aree più oscure: è il cosiddetto “deep web” o, peggio ancora, “dark web”, l’altra faccia del ‘www’, su cui è necessario non perdere la presa. Fra i relatori del convegno dell’11 febbraio: Elena Bonetti, Ministra per le Pari opportunità e la Famiglia (videomessaggio), Ilaria Antonini, Capo Dipartimento per le Politiche della Famiglia; Licia Ronzulli, (su delega del Presidente del Senato) Presidente della Commissione Bicamerale Infanzia e Adolescenza; Francesca Puglisi, Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Sandra Zampa, Sottosegretario al Ministero della Salute; Ernesto Caffo, Presidente di Telefono Azzurro; Salvatore Rossi, Presidente di Telecom Italia; Guido Scorza, Consigliere del Ministro dell’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano; Fabio Lucidi, Preside della Facoltà di Medicina e Psicologia Università Sapienza di Roma; Bruno Molea, Presidente nazionale di AiCS-Associazione Italiana Cultura e Sport Paul Rogers, Chief strategy officer AS Roma; Angelo Mazzetti, Public policy director Facebook Italia.  L’iniziativa è promossa, per l’Italia, dal Progetto ‘Generazioni Connesse’, coordinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricercache dal 2012 unisce in un Consorzio l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Polizia Postale e delle Comunicazioni,Save the ChildrenItalia, Telefono Azzurro, l’Agenzia Stampa DIRE, la Cooperativa E.D.I., l’Università La Sapienza di Roma, l’Università degli Studi di Firenzee il Movimento Difesa del Cittadino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here