De Angelis-Orsomando: “Dove sono finiti gli oltre 9 milioni di crediti dell’Ostilia srl?”

Campo di Mare – Nuovo duro intervento dei consiglieri dell’Opposizione

De Angelis-Orsomando: “Dove sono finiti

gli oltre 9 milioni di crediti dell’Ostilia srl?”

 

Dai consiglieri d’opposizione Aldo De Angelis e Salvatore Orsomando riceviamo e pubblichiamo – “Come tutti sanno, con sentenza nr. 931 del 19/12/2019, è stato dichiarato il fallimento del Gruppo Bonifaci ma, forse, non tutti sanno che detto Gruppo Bonifaci è anche capogruppo e proprietario della società Ostilia srl che, a quanto ci risulta, al 30/04/2018 proprio durante la procedura di Concordato Preventivo n. 46/2018 del Gruppo Bonifaci S.r.l., aveva un capitale negativo di meno 2 milioni di euro e una procedura fallimentare ritenuta possibile ma, malgrado queste evidenziate negatività, il Comune di Cerveteri ha proseguito nel fare lavori in danno sostituendosi a detta società e spendendo soldi dei cittadini di cui non ci risulta recupero negli anni passati ma soltanto delle azioni recentemente adottate dopo le nostre contestazioni, denunce e richieste sollecitando atti e/o ingiunzioni alfine di avere validi titoli esecutivi. Oggi, da ulteriori notizie assunte, quella che potrebbe essere una “tegolona” sulla testa dei cerveterani difatti abbiamo appreso che, sempre alla data del 30/04/2018 di cui sopra, la citata società Ostilia srl. avrebbe avuto con il Comune di Cerveteri “importanti” contenziosi pendenti o atti di citazione con possibile soccombenza per un importo di circa 9 milioni di euro (€ 9.000.000,000) riferiti a presunti oneri concessori e altro oltre, naturalmente, a quelli relativi all’attuale e tardivo recupero parziale dei lavori in danno (661.000 euro contro oltre 1 milione di euro circa). Che la cifra dei crediti fosse così ”interessante” non se ne era accorto nessuno, anche perché non sembra ve ne sia traccia in alcun angolo dei bilanci già approvati oppure nella posta di bilancio contenente i “residui attivi”, cioè i soldi che il Comune di Cerveteri è convinto (perché se così non fosse non metterebbe tale cifra a bilancio) di incassare a titolo di recupero di mancati pagamenti come, chissà  forse ci è sfuggito, non ci sembra che tali “corpose” somme di denaro pari a oltre 9(nove) milioni di euro sono state pesantemente accantonate al fondo crediti dubbia esigibilità. Possibile che i revisori dei Conti non si siano accorti di tutto ciò ? . In questa storia ci sono tante cose che non comprendiamo e non vorremmo che, la probabile dubbia esigibilità dei citati “crediti” (ovvero i soldi che l’Ostilia ci dovrebbe dare) da parte del comune non si sia venuta a creare non solo per la “vecchiaia” del credito, ma anche per il fatto che probabilmente, come si potrebbe intuire, perché per una parte di questi non sarebbero stati fatti i presunti decreti ingiuntivi che ne rinnovano l’esigibilità, ma quanti siano questi ultimi non lo ha saputo ancora spiegare nessuno. Cari Cittadini di Cerveteri oltre 9milioni di euro in crediti sono una cifra importante se confrontata con il totale delle entrate e con il bilancio comunale, sono probabilmente tanti bei “soldini” e non ci sembra proprio che siano soltanto “chiacchiere”, non condividete ?. E allora non è nostra indole stare fermi a guardare come fanno tanti altri politici e non. Noi vogliamo capire dove sono andati a finire tutti questi presunti 9 milioni di crediti, se qualcuno li ha messi da qualche parte nei “residui attivi”, se sono concretamente e materialmente “esigibili” oppure se sono diventati  irreversibili, inesigibili e soprattutto non più utilizzabili e non numeri virtuali di autentica tossicodipendenza contabile. Alla luce di quanto esposto e considerata l’ingente somma che il Comune dovrebbe recuperare dall’Ostilia, non possiamo che esprimere viva preoccupazione domandandoci, se veramente l’Ostilia srl è debitrice per oltre 9 milioni di euro, come si è potuti arrivare a tutto ciò e  perché il Comune non è riuscito a recuperare il tutto celermente salvaguardando l’interesse pubblico tirato invece in ballo in altre situazioni.  Ed è proprio in relazione alla dichiarazione di fallimento della Capogruppo Gruppo Bonifaci e a quanto assunto come informazione sull’Ostilia srl. che abbiamo richiesto “urgentemente” al Segretario Comunale Avv. Russo e ai vari organi amministrativi di sapere quali sono esattamente i crediti nei confronti dell’Ostilia srl e la corretta quantificazione totale, con precisa distinta in merito, delle somme che la medesima società Ostilia srl deve al Comune di Cerveteri come si è richiesto, nello specifico, quali procedure e azioni sono state attivate e/o intraprese dall’amministrazione Comunale per il pronto recupero di tali crediti che sembrerebbe oltrepassino i 9 milioni di euro oltre che avere informazioni più dettagliate sulle reali motivazioni che hanno portato il Comune di Cerveteri a inoltrare istanze di richiesta pari a circa 660.000 euro quando il debito da recuperare per i lavori in danno è oltre 1 milione di euro e perché non vi è esistenza di nessun titolo esecutivo. Abbiamo anche richiesto, visto che non siamo riusciti a trovarle, dove sono state messe, nei capitoli e poste dei bilanci approvati, tutte queste somme e aggiungiamo, con questo articolo, che vorremmo sapere anche dal signor Sindaco che se il Comune vantava crediti esigibili, cioè scaduti, ad oggi quanti ne ha riscossi e che azioni sono state intraprese per riscuotere? Speriamo che il Segretario e l’amministrazione rispondano urgentemente nel giro di pochi giorni altrimenti saremmo costretti a rivolgerci alle Autorità competenti che ci permettiamo di allertare sin da ora”.