Chiude la scuola di Casetta Mattei

0
54

Solo tre nuovi iscritti al plesso della piccola frazione all’estrema periferia rurale

Chiude la scuola di Casetta Mattei

Il dirigente scolastico Agresti conferma la sua volontà di trasferimento delle classi del plesso. Il preside disposto anche a valutare l’ipotesi Valcanneto

 

Solo tre bambini iscritti per il 2020/2021. Il plesso di Casetta Mattei chiude e si “trasferisce” a I Terzi. Questo il dato emerso al termine delle iscrizioni per il nuovo anno scolastico. La volontà di trasferire le classi già esistenti nel vicino plesso della frazione de I Terzi era stata già annunciata dall’attuale dirigente scolastico, Riccardo Agresti, ai genitori dei bambini interessati prima dello scorso natale e che il preside avrebbe voluto mettere in atto già prima dell’inizio del 2020. Ma le forti contestazioni da parte dei genitori alla fine lo hanno portato a desistere, almeno per l’anno in corso. Il destino però del plesso della frazione cerite sembra ormai segnato. I bambini rimasti sono appena 50. Un numero esiguo che non fa altro che disperdere energie al personale scolastico attualmente impiagato. In particolar modo al personale Ata. Sarebbero solo due infatti (uno per scuola) su cui possono contare Casetta Mattei e I Terzi. «Questo – ha spiegato Agresti – significa che se il collaboratore una mattina dovesse avere qualche problema, la scuola resterebbe chiusa». E a quanto pare situazioni del genere si sarebbero già verificate, con insegnanti e alunni in attesa fuori dai cancelli sbarrati in attesa di un sostituito che potesse ottemperare al problema. Dei tre iscritti alla prima classe per il prossimo anno, un bambino è stato già trasferito dai genitori all’istituto centrale di Valcanneto, dove frequenterà il tempo pieno. Nelle settimane scorse alcuni genitori dei bambini frequentanti Casetta Mattei avevano incontrato l’assessore alla scuola Francesca Cennerilli che aveva spiegato come da parte del comune non fosse stata disposta alcuna chiusura. Chiusura che doveva essere comunicata al Miur entro ottobre 2019. La stessa Cennerilli aveva però sottolineato che il dirigente scolastico avrebbe potuto decidere autonomamente di trasferire i bambini in altro plesso, purché questo non avesse ripercussioni economiche per il Comune. E per il dirigente scolastico il trasferimento a I Terzi sarà praticamente a costo zero. Della vicenda, addirittura, si era interessato nelle settimane scorse proprio il ministero che aveva chiesto lumi al dirigente scolastico circa la situazione, invitandolo a rapportare sulla sua decisione per verificare se ci fosse un qualche tipo di illecito. «I genitori – ha spiegato Agresti – parlano di chiusura di Casetta Mattei. Se così fosse avremmo compiuto un illecito, ma invece si tratta solo di uno spostamento di classi». E proprio lo spostamento di classi rientra tra i poteri decisionali del dirigente. Intanto il preside ha “aperto” ad alcuni genitori che avevano chiesto un trasferimento a Valcanneto anziché a I Terzi. «Qualora inviassero una richiesta formale siamo disposti a venire incontro alla loro richiesta».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here