Usa, la Fed taglia i tassi di interesse di mezzo punto in seguito all’emergenza coronavirus

La Fed taglia i tassi di interesse di mezzo punto in seguito al coronaviorus. Lo afferma la Fed. I fondamentali dell’economia Usa – dice – restano solidi. Il taglio dei tassi deciso dalla Fed è il primo di ’emergenza’ dalla crisi finanziaria. L’annuncio della banca centrale americana segue la riunione dei ministri finanziari e dei governatori delle banche centrali del G7. Il presidente della Fed, Jerome Powell, terrà una conferenza stampa alle 17 italiane. Wall Street vola con il taglio a sorpresa dei tassi di interesse da parte della Fed. Il Dow Jones sale dell’1,39% a 27.079,02 punti, il Nasdaq avanza dell’1,31% a 9.069,61 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell’1,39% a 3.134,96 punti. Il taglio del tasso d’interesse da parte della Fed ha fatto ripartire le Borse europee: Francoforte cresce oltre i tre punti percentuali, Parigi del 3%, Londra del 2,7%. Forte corrente di acquisti anche in Piazza Affari: l’indice Ftse Mib, che prima dell’intervento della banca centrale Usa saliva al di sotto del punto percentuale, segna un rialzo del 2,5%. Il petrolio in volata a New York con il taglio del tassi di interesse da parte della Fed. Le quotazioni salgono del 3,7% a 48,50 dollari al barile.