Coronavirus, Grando: “Noi sindaci dovremmo essere informati prima”

0
91

Coronavirus, Grando: “Noi sindaci

dovremmo essere informati prima

“Due nuovi casi di coronavirus a Ladispoli? Io non ne so niente, la Asl non mi ha comunicato nulla”. A parlare è il sindaco di Ladispoli Alessandro Grando dopo i dati comunicati ieri dalla Asl Roma 4 relativi ai contagi da covid-19 di pertinenza dell’azienda sanitaria. Il giorno prima proprio il sindaco aveva comunicato alla cittadinanza di 4 nuovi casi che vanno ad aggiungersi al primo dei giorni scorsi. La nota della Asl di ieri aveva posto il dubbio che i casi fossero saliti a 7, con due casi comunicati proprio ieri. Ma nessuna comunicazione è arrivata dal e al primo cittadino a tal proposito. “Noi sindaci dovremmo essere i primi ad essere informati e invece veniamo a sapere le notizie da Facebook – ha detto Grando dopo aver letto i dati diffusi nella giornata di ieri – Capisco che la grande di mole di lavoro di questi giorni non consenta di dare sempre risposte in tempo reale, ma in questo modo i sindaci non vengono messi in condizione di fare il proprio dovere”.

Coronavirus: mattinata

di controlli intensi in città

“È stata una mattinata di controlli intensi – prosegue il Sindaco Grando – da parte di tutte le Forze dell’ordine, con posti di blocco e verifiche in tutta la città. La sola Polizia locale ha fermato per accertamenti decine di autovetture e denunciato due persone per violazione delle disposizioni vigenti, oltre al lavoro svolto da Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza. Molto apprezzata dai cittadini è stata anche la presenza della Polizia a cavallo, che nella giornata di ieri ha pattugliato per ore strade e spiagge. A tutti loro, a nome della città di Ladispoli, GRAZIE”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here