Agricoltura tra danni e conseguenze

0
90

Agricoltura, l’europarlamentare Proccacini: “Servono interventi urgenti della UE  per prorogare scadenze e bandi”

Agricoltura tra danni e conseguenze

Milozzi dela Cia Roma: “Ci sono ancora il 50% delle domande PAC del 2019 non liquidate totalmente”

Danni e conseguenze ancora più gravi per l’agricoltura se non saranno assunte misure a sostegno degli agricoltori in termini di sgravi fiscali “La notizia che la Commissione Europea ha prorogato di un mese, dal 15 maggio al 15 giugno 2020, la scadenza per la presentazione delle domande per i contributi previsti dalla Politica agricola comune (Pac) per questa campagna, è solo una minima parte, un primo passo, sicuramente importante, che va nella direzione delle richieste presentate come gruppo di FDI-ECR a Bruxelles, anche tramite un’apposita interrogazione, ma certamente non può bastare. Ora più che mai serve un intervento urgente della UE per prorogare tutte le scadenze dei bandi in corso”. E’ quanto afferma l’europarlamentare Nicola Procaccini, che conferma la  buona notizia della proroga della scadenza per la richiesta dei contributi agricoli alla UE. Per il presidente della Cia di Roma, Confederazione Agricoltori Italiani, Riccardo Milozzi: “Ci sono ancora il 50 per cento delle domande relative alla campagna 2019 che non sono state liquidate del tutto, con agricoltori che attendono il saldo – continua Milozzi – il fatto è che le domande superiori ai 25 euro sono vincolate dalla certificazione antimafia che ha validità semestrale e il rischio è che possano scadere e gli agricoltori non lavorando perderebbero il contributo. Pertanto – conclude Milozzi – è urgente chiudere le pratiche precedenti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here