Emergenza coronavirus, nel mese di marzo negli Usa persi oltre 700mila posti di lavoro

L’economia americana nel mese di marzo ha perso 701.000 posti di lavoro, ben oltre le attese. Il tasso di disoccupazione risale al 4,4% dal 3,5% di febbraio. Il dato è il peggiore dal maggio del 2009, quando fu raggiunto il picco della disoccupazione in seguito alla crisi finanziaria e alla recessione che ne consegui’. E’ anche il primo declino nella crescita dell’occupazione Usa dal settembre 2010, quando al termine della crisi parti’ una striscia positiva mai interrottasi fino ad oggi.