Coronavirus, per Enrico Letta l’Italia sul Mes “Si gioca l’osso del collo”. Il tedesco Schaeuble ribadisce il no agli Eurobond

“L’Italia questa volta si gioca l’osso del collo” ma anche per l’Europa “può essere l’inizio della fine”, se non trova oggi all’Europgruppo un “compromesso accettabile”. Lo ha detto l’ex premier Enrico Letta, nella lezione inaugurale della Scuola di politiche, diretta da Marco Melloni, in cui ha rilanciato l’idea di un Bond garantito dai soldi del Mes. Il presidente del Bundestag tedesco Wolfgang Schaeuble ribadisce che la strada degli Eurobond per la Germania non è percorribile anche per motivi giuridici: “Abbiamo dei trattati europei che mettono dei limiti molto precisi, e abbiamo una corte costituzionale che ha detto in modo molto chiaro cosa è possibile nella nostra costituzione e cosa no. Tutto ciò che è necessario adesso per la solidarietà possiamo raggiungerlo con gli strumenti che abbiamo. E perciò non dovremmo disperderci in litigi che vengono dal passato”, afferma in una intervista alla Welt.