Coronavirus, la situazione in Italia dell’11 aprile: morti in aumento (oggi 619 per un totale di 19.468), crescono i contagi (743 più di ieri) per un totale di 100.269)

Sono 19.468 i morti in Italia nella crisi coronavirus. Rispetto a ieri, sono stati registrati altri 619 decessi, come rende noto la Protezione Civile. I guariti totali sono 32.534, con un incremento di oltre 2000 unità nelle ultime 24 ore. I casi attualmente positivi, nel complesso, sono 100.269. In isolamento domiciliare 68.744 persone, i ricoverati con sintomi sono 28144. In terapia intensiva 3381 pazienti, oltre 100 in meno rispetto a ieri. In Lombardia i positivi sono 57.592 con una crescita di 1.544 con quasi 10mila tamponi, mentre ieri c’erano stati 1.246 nuovi casi con 9.372 tamponi. I deceduti sono 10.511 con 273 nuovi decessi mentre ieri c’era stata una crescita di 216. I ricoverati non in terapia intensiva sono 12.026 con un aumento di 149 mentre ieri erano aumentati di 81, i ricoverati in terapia intensiva sono 1.174 con un calo di 28 mentre ieri erano in calo di 34. Sono i dati resi noti dall’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. Riservare più tempo alla preparazione dei pasti e dedicare una particolare attenzione alla prima colazione, ma fare attenzione a non riempire la credenza di snack dolci e salati. Questi alcuni dei consigli per trasformare la quarantena in una “nuova opportunità di salute”, che arrivano dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss), contenuti nella scheda, pubblicata online, dal titolo “Alimentazione durante l’emergenza Covid-19”. Avendo meno impegni e passando la maggior parte del tempo nella nostra abitazione, è possibile riequilibrare i pasti, facendo colazioni più abbondanti e cene più leggere, “abitudine che può aiutare a ingrassare meno e a dormire meglio”, ricordano gli esperti. La pandemia “ha cambiato notevolmente le nostre abitudini facendoci riscoprire una dimensione diversa del vissuto quotidiano e costringendoci, in pochissimo tempo, a riadattare il nostro stile di vita”.