Coronavirus, allarme nel carcere di Torino: su 1.250 detenuti almeno 60 sono positivi

Nel carcere di Torino si sta verificando una “situazione estremamente grave e preoccupante”. Lo afferma il segretario generale dell’Osapp, Leo Beneduci, secondo cui “su 1.250 detenuti almeno 60 sarebbero risultati positivi al coronavirus. Di questi – aggiunge – una decina sarebbero già usciti, mentre 47 sarebbero ancora allocati all’interno, distribuiti su tre reparti”. “Il personale di polizia penitenziaria – osserva Beneduci – ha paura di prestare servizio, a motivato timore per la propria incolumità, laddove i dispositivi di protezione individuale non stati forniti in maniera sufficiente a parte le mascherine chirurgiche che tra l’altro il personale indossa in questo momento per più giorni consecutivi”. Il personale, è l’appello dell’Osapp all’Unità di crisi regionale e al governatore Cirio, chiede di “effettuare tamponi con urgenza in maniera massiccia, anche perché tra i detenuti sarebbe in uso scambiarsi effusioni in maniera più che palese, con l’evidente scopo di contrarre una positività che faciliterebbe l’uscita all’esterno”.