Fase 2, a Roma nuovi orari del trasporto pubblico e dei negozi: più smart working per i dipendenti del Campidoglio

Bus e metro fino alle 23.30, esercizi commerciali aperti fino alle 21.30 ma take away e delivery consentiti anche oltre, ora di punta spalmata dalle 8.30 alle 11.30 e l’80% dei dipendenti capitolini in smart working. E poi stazioni, bar e locali sorvegliati speciali con droni a sorvolare i parchi che iniziano a riaprire i cancelli, prime fra tutte Villa Borghese e Villa Pamphilj. Spiagge di Ostia vietate fino al 17 maggio, aperte invece le pinete. Si sveglierà così Roma il 4 maggio. Sui mezzi pubblici è previsto l’obbligo di mascherina, la capienza al 50% su ogni mezzo, l’installazione di dispenser con gel igienizzante nelle stazioni, e la possibilità di saltare le fermate se il mezzo è già pieno.
Le mascherine, spiega il governatore Nicola Zingaretti, saranno obbligatorie “in tutti i luoghi aperti al pubblico al chiuso” e “negli incontri all’ aperto, anche con una sola persona”.
Non è “un ritorno alla normalità -dice la sindaca Virginia Raggi- il virus non è sconfitto. Continuiamo ad agire con senso civico”.
Non solo Villa Borghese e Villa Pamphilj: sono molti i parchi di Roma che, in occasione dell’avvio della Fase 2 del 4 maggio, potranno riaprire. Tra le aree verdi autorizzate dal Campidoglio, che ha provveduto alla loro sistemazione e allo sfalcio, c’è il Circo Massimo, l’area nei pressi di Caracalla, Villa Celimontana, parco Carlo Felice, Villa Fiorelli, Villa Gordiani, Parco Schuster e Villa Bonelli.