GRANDO: “VIETATO CONSUMARE ALCOLICI NEI LUOGHI PUBBLICI”. REGOLE PER GLI SPORT IN MARE

 

Vi comunico che ho da poco firmato l’ordinanza sindacale n.54/2020, immediatamente esecutiva, con la quale viene espressamente vietato il consumo di bevande in contenitori di vetro e di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione in tutti i luoghi pubblici o ad uso pubblico: strade, piazze, arenili pubblici, parchi ecc. ecc.. Il mancato rispetto dell’ordinanza sarà punito con una sanzione amministrativa da 400 a 3.000 euro. Con la stessa ordinanza si vieta l’abbandono ed il deposito di rifiuti e di materiali di qualsiasi genere, con particolare riferimento a contenitori di bevande in vetro, metallo e plastica, con modalità differenti da quelli stabiliti per la raccolta dei rifiuti solidi urbani e al di fuori degli appositi contenitori. Il mancato rispetto di tale obbligo comporta una sanzione amministrativa da 50,00 a 500,00 euro, con pagamento in misura ridotta fissato in euro 300,00. In ultima battuta vi preannuncio che, avendo debitamente informato la popolazione sulle disposizioni contenute nel DPCM del 26 aprile e avendo successivamente cercato di sensibilizzare la cittadinanza al rispetto di tali regole, da oggi in poi ho chiesto alla Polizia locale di essere inflessibile nel farle rispettare. Vi ricordo che gli spostamenti consentiti sono solo per motivi di lavoro, salute, necessità urgenti e per fare visita ai congiunti. Si può fare attività motoria/sportiva INDIVIDUALMENTE (NON IN COMITIVA). Cosa significa che si può fare attività motoria/sportiva individualmente? Significa che potete andare a correre, camminare, pattinare, pedalare, fare sport acquatici, pescare ecc. ecc. ma dovete essere da soli. Le persone conviventi (che vivono insieme) possono praticare queste attività in compagnia tra di loro. Non ci può sdraiare a prendere il sole, non si può sostare sui muretti del lungomare e nemmeno sulle panchine. Fate attività motoria/sportiva individualmente e poi tornate a casa. Confido nel vostro senso di responsabilità, altrimenti sono da 400 a 3000 euro di multa. Giovani e meno giovani: vi abbiamo avvisato!

 

UNA GIORNATA DI SPORT IN MARE?

RISPETTANDO LE REGOLE A LADISPOLI SI PUÒ

Dopo mesi di inattività forzata e con la complicità del bel tempo, molte persone si sono ritrovate sulle nostre spiagge per praticare diverse discipline sportive. Fare sport è di per sé un toccasana per il corpo e per la mente ma, in un momento complicato come quello che stiamo vivendo, lo è certamente ancora di più. Nella nostra città non facciamo distinzione tra i diversi sport, li consideriamo tutte praticabili a patto che questo avvenga nel rispetto delle regole ed in maniera responsabile. Così è stato in questa prima giornata di sport acquatici che ha visto, tra gli altri, decine di surfisti colorare con le loro vele il mare di Ladispoli. Ho avuto modo di parlare con alcuni loro a Marina di San Nicola, raccomandandogli di mantenere le distanze di sicurezza soprattutto quando si trovano sulla spiaggia, visto che comunque, quando sono in mare, devono necessariamente rimanere distanti almeno 30 metri. Ho visto nei loro occhi la felicità di poter tornare a vivere il mare e in molti per questo mi hanno ringraziato, auspicando che anche altre città del litorale possano consentire presto di praticare sport in acqua. Naturalmente nei prossimi giorni continueremo a sorvegliare le spiagge, al pari degli altri luoghi pubblici, per garantire il rispetto delle regole e della città. Come dico sempre, c’è bisogno di collaborazione e senso di responsabilità da parte di tutti. Solo in questo modo potremo presto tornare alla nostra vita e alla nostra normalità.