Il Pd in consiglio non c’è. Gnazi e Barcaccia ‘congelano’ il passaggio

0
49

Il consigliere Alessandro Gnazi: “In questa crisi sanitaria ed economica, tenuto

conto che la costituzione di un gruppo è un fatto squisitamente politico, abbiamo

ritenuto di sospendere la richiesta di costituzione perché le priorità sono altre”

Escono da Futuro Democratico e da I Verdi, i consiglieri Gnazi e Barcaccia per aderire al Pd e costituire così in consiglio comunale il gruppo dei dem. Ma oggi, con l’emergenza sanitaria ed economica in corso, la costituzione del gruppo Pd nella massima assise cerite è per il momento sospesa. Ma non l’uscita dai gruppi di appartenenza. A dirlo ieri mattina durante il consiglio comunale è stato il consigliere Gnazi. “Due mesi e mezzo fa – ha spiegato Gnazi – io e la consigliera Barcaccia abbiamo deciso di aderire al Partito democratico. La mia opinione è che chi aderisce a un partito deve rappresentarlo anche in consiglio comunale”. Dopo il passaggio di Falconi al gruppo misto, infatti, i dem, si trovano senza alcuna rappresentanza all’interno della massima assise cittadina. Un’occasione, dunque, l’adesione di Gnazi e Barcaccia al partito di Zingaretti, per poter ridar vita al gruppo all’interno del consiglio comunale. Ma ora, l’emergenza sanitaria da covid-19 e quella economica che il lockdown ha causato, hanno congelato la nascita del gruppo Pd. “In questi mesi siamo entrati in questa crisi sanitaria ed economica – ha spiegato Gnazi – e tenuto conto che la costituzione di un gruppo è un fatto squisitamente politico, abbiamo ritenuto di sospendere questa richiesta perché le priorità sono altre”. Se però la nascita del gruppo Pd per il momento viene riposta in un cassetto, i due consiglieri comunali hanno comunque annunciato e confermato la loro uscita dai gruppi di appartenenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here