Roma, incidenti tra l’Aventino e il Circo Massimo: un gruppo di giovani vestiti di nero ha aggredito altri manifestanti

scontri a roma
Un gruppo di una ventina di giovani vestiti di nero e con i cappucci della felpa tirati su, proveniente da viale Aventino, ha aggredito altri manifestanti. Sono ripresi così gli scontri tra opposti schieramenti in una manifestazione che avrebbe dovuto avere un obiettivo comune. Un fumogeno lanciato dalla piazza verso la strada ha causato un principio di incendio. Per spegnere le fiamme è intervenuta la polizia con degli idranti. Molti manifestanti sono arrivati da Brescia e Verona per la manifestazione organizzata da Forza Nuova cui prendono parte anche molti ultras. “Siamo apolitici – racconta un manifestante arrivato da Brescia – ci conosciamo tutti, siamo amici. Il Garda è raso al suolo a livello economico. Siamo artigiani, commercianti, rappresentanti alimentari che servono ristoranti, ragazzi in cassa integrazione. La manifestazione è aperta a tutti, purché senza simboli politici. La maglietta bianca rappresenta questo”. “Speriamo di ottenere qualcosa, più tardi -spiega- una delegazione andrà al Quirinale: ciò che è stato fatto, se è stato fatto, evidentemente non è arrivato. La mia compagna lavora in una casa di riposo in provincia di Mantova e ancora aspetta che le facciano il tampone”.