Coronavirus, in Gran Bretagna la Bbc taglierà 450 posti di lavoro nel settore delle news e nei programmi di attualità

La televisione di Stato britannica BBC
La Bbc taglierà 450 posti di lavoro nel settore delle notizie e dei programmi di attualità regionali, comprese radio locali e notizie online. Sette dei venti conduttori dei tg regionali delle 18.30 saranno tagliati e alcuni programmi radiofonici locali saranno eliminati. Lo storico programma ‘Inside Out’ sarà sostituito da un nuovo programma di giornalismo investigativo, che avrà però sei edizioni regionali invece delle precedenti undici. A quanto riferisce il sito della stessa Bbc, si prevede che i tagli consentiranno di risparmiare 25 milioni di sterline entro il 2022 e altri se ne risparmieranno con gli annunciati tagli anche in Scozia, Galles e Irlanda del Nord. La Bbc aveva precedentemente annunciato di dover risparmiare 125 milioni di sterline quest’anno a causa delle difficoltà finanziarie derivanti dalla pandemia di coronavirus. Secondo quanto annunciato a giugno, più di 150 posti di lavoro andrebbero tagliati in Scozia, Galles e Irlanda del Nord. I tagli proposti si aggiungono ai 450 licenziamenti precedentemente annunciati da Bbc News e poi congelati all’arrivo dell’emergenza sanitaria. Helen Thomas, direttore di Bbc England (il comparto locale di Bbc), ha sottolineato che i servizi locali e regionali del broadcaster sono stati creati più di 50 anni fa ma finora “sono cambiati molto poco e hanno bisogno di una reinvenzione significativa”. “Questo – ha aggiunto – ha significato prendere alcune decisioni difficili. Siamo nell’era dei gruppi di Facebook e delle chat di quartiere di WhatsApp. Dobbiamo adattarci per riflettere meglio il modo in cui le persone vivono la loro vita, come ottengono le notizie e quali contenuti desiderano”. “Stiamo per modernizzare la nostra offerta al pubblico in Inghilterra, rendendo il digitale la parte centrale di tutto ciò che facciamo. Prenderemo lezioni dal Covid-19, che ci renderà più agili e più in contatto con le comunità, assicurandoci al contempo di essere il più efficienti possibili. Sono fiduciosa – ha concluso – di poter far evolvere i nostri servizi locali e regionali migliorando sia il nostro impatto che il nostro pubblico”.